10 dicembre 2016

Fiumicino – De Vecchis presenta il documento per uscire dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani

“Uscire dall’ANCI, l’associazione nazionale comuni italiani. Un’azione per ribellarsi al potere centrale del governo, che ormai tramite enti svuotati dei poteri limita le azioni degli enti locali, vincolandoli a regolamenti e leggi incondivisibili. Per questo ho protocollato un ordine del giorno che impegna il Sindaco a predisporre l’uscita del comune di Fiumicino dell’Associazione nazionale comuni d’Italia”.

Lo dichiara il capogruppo di Noi con Salvini del Comune di Fiumicino William De Vecchis.

Il documento

– Visto che l’associazione nazionale comuni d’Italia non sembra tutelare i comuni nei quali vi è la presenza di aeroporti all’interno dei propri confini, vedi nuova tassa aeroportuale voluta dal Governo.

– Visto che l’ANCI sta diventando sempre di più l’emanazione del governo centrale sui territori, avallando anche decisioni non condivise dagli enti locali e spesso dannose per i territori stessi.

– Vista l’inconsistenza politica dell’ANCI contro le regole della U.E., che diventano sempre più vessatorie nei confronti degli enti locali, limitandone le autonomie, ed in molti casi snaturandone le caratteristiche e tradizioni.

– Visto che il perdurare della crisi che colpisce numerosi nuclei familiari, sarebbe più pratico utilizzare la quota associativa annua versata all’ANCI a sostegno dei cittadini disoccupati da impegnare in lavori socialmente utili.

Si impegna il Sindaco di Fiumicino a predisporre, seconde le leggi vigenti, l’uscita del comune di Fiumicino dall’Associazione nazionale comuni d’Italia.

About Emanuele Bompadre 8290 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.