3 dicembre 2016

Calcio – Serie A, Garcia: “Non meritavamo di perdere”

“Non meritavamo di perdere per come abbiamo giocato”. Per Rudi Garcia la sconfitta contro la Samp non rispecchia la prestazione della sua squadra contro i blucerchiati allenati da Walter Zenga. “I numeri dimostrano la nostra supremazia, ma dobbiamo migliorare in fase realizzativa ed essere più efficaci in difesa”.

Quella di questa sera è un’altra occasione sprecata?
“È la prima sconfitta della stagione, ma non la meritavamo. Il modo in cui ha giocato la squadra mi è piaciuto, ma serviva concretizzare di più le occasioni che abbiamo avuto e dovevamo difendere meglio. Anche oggi, come contro il Sassuolo, abbiamo pagato gli errori individuali. Contando le occasioni create non saremmo stati contenti nemmeno con il pareggio, ma la sconfitta è ancora peggio”.

Gli errori individuali sono il frutto di troppe pressioni?
“No, nessuna pressione. Dobbiamo migliorare la fase difensiva, abbiamo preso due gol contro il Sassuolo e questa sera e in questo modo diventa difficile vincere le partite. Questa sera i numeri dimostrano la supremazia: 40 cross, 18 calci d’angolo, 24 tiri. Tutti numeri da migliorare facendo gol ed essendo efficaci in difesa. Se continuiamo a giocare così vinceremo le partite. Il momento è complicato a causa del risultato e adesso dobbiamo solo pensare a vincere sabato, perché se perdiamo troppi punti in campionato diventa un problema”.

Questa Roma tende a giocare solo nel secondo tempo?
“Non penso, abbiamo sofferto poco nei primi 45 minuti e nella ripresa i due gol li abbiamo presi quando stavamo giocando solo noi. Complimenti a Viviano, perché ha fatto dei miracoli, ma la partita la perdiamo per gli errori in fase difensiva e perché davanti potevamo fare più di un gol. Se c’era un rigore per noi? Sul piano offensivo potevamo segnare un altro gol anche senza quel penalty”.

Le sono piaciuti i movimenti di Dzeko?
“A volte partecipa alla costruzione perché lo sa fare benissimo, ma il suo compito è quello di stare in area. Oggi non è stato servito bene, ma è un campione e siamo sicuri che farà dei gol. Noi dobbiamo sfruttare diversamente gli ultimi passaggi per poter segnare: sui nostri 40 cross si poteva fare sicuramente meglio”.

www.asroma.it

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5930 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.