5 dicembre 2016

Cerveteri – Governo Civico per Cerveteri: “Piazza Morbidelli è un punto fondamentale del nostro programma elettorale”

Governo Civico per Cerveteri è nato undici anni fa e non c’è mai stata una questione, politica o personale, che non sia stata discussa e risolta nel nostro direttivo. Il recente comunicato stampa di Alessandro Gazzella, amministratore unico uscente della Multiservizi Caerite, espressione del nostro movimento civico, rappresenta il primo atto non affrontato e non condiviso in questa sede. Per questo motivo, ci vediamo costretti a prendere totalmente le distanze dalle dichiarazioni di Alessandro, giacché non rappresentano il pensiero di Governo Civico per Cerveteri. Ci sentiamo, anzi, profondamente colpiti nel ruolo politico che ricopriamo ogni giorno con abnegazione come prima forza politica di Cerveteri e che esprime l’attuale Sindaco.
Riteniamo che il quadro di ‘ingerenze e pressioni’ descritto nel comunicato stampa non rappresenti affatto la realtà e non può rappresentare in alcun modo il modus operandi dell’Amministrazione comunale di cui noi facciamo parte. Al Sindaco Alessio Pascucci, che abbiamo già incontrato, esprimiamo di nuovo la massima solidarietà e confermiamo il nostro pieno appoggio.
Circa le dichiarazioni di Alessandro, invece, con cui abbiamo già avuto modo di confrontarci in questi giorni, sentiamo di dover fare delle considerazioni a mente fredda. Non c’è dubbio che se lui avesse scelto il direttivo, e non i giornali, per affrontare i propri dubbi sul lavoro, difficilissimo e impegnativo, a cui è stato chiamato per risanare e rendere efficiente la Multiservizi Caerite, ci avrebbe trovati come sempre pronti ad approfondire e discutere. Invece non abbiamo avuto modo di conoscere la vicenda finché non l’abbiamo letta sui giornali.
Ci teniamo a sottolinearlo in modo forte e chiaro, il nostro movimento ha garantito sempre il pieno appoggio al lavoro di Alessandro Gazzella nel suo ruolo di Amministratore unico della Multiservizi. Abbiamo accolto insieme a lui, con soddisfazione ed orgoglio, i risultati delle politiche di risanamento dell’azienda avviate immediatamente dopo la sua nomina. Risultati che oggi accompagnano le dimissioni dell’amministratore che molto più di altri, e in appena tre anni, ha contribuito al bene della nostra municipalizzata.
Ci rivolgiamo ad Alessandro nel suo ruolo di amministratore, ruolo che ricoprirà fino alla nomina del suo successore, e gli domandiamo di chiarire nello specifico le proprie dichiarazioni, e fugare ogni possibile fraintendimento. Non è per noi possibile in alcun modo, infatti, ritenere che possano essere state esercitate da parte di Amministratori comunali richieste di interventi illegittimi, ed è certo che un tale modo di agire non corrisponde al nostro modo di considerare la Cosa Pubblica. Tutti gli interventi che Alessandro cita nel proprio comunicato, compresa l’illuminazione di Piazza Morbidelli, rappresentano delle decisioni condivise in direttivo e con la Maggioranza, e si tratta di scelte politiche che rivendichiamo pienamente. Stiamo parlando di servizi concreti dati alla Collettività, realizzati quindi nel pieno interesse pubblico.
Piazza Morbidelli rappresenta un punto specifico che Governo Civico ha proposto al Sindaco e alla Maggioranza in fase di elaborazione del programma elettorale. Da tre anni lavoriamo al fianco della Giunta comunale per la riqualificazione della piazza di Cerenova e di tutto ciò che essa rappresenta ai fini dello sviluppo commerciale e turistico della frazione. Riaccendere la luce nella pineta, mettere in sicurezza la piazza, riportarla a nuova vita, e infine acquisire l’intera area al patrimonio comunale, rappresenta un preciso indirizzo politico condiviso dal nostro movimento con l’Amministrazione comunale.
Piazza Morbidelli non è solo un’ area privata, a differenza di quanto scrive Gazzella, bensì un’area privata ad uso pubblico, e la responsabilità della sua illuminazione era già in carico all’Ente. Il rifacimento dell’impianto di illuminazione ci sembra quindi perfettamente aderente agli scopi del Comune e della Multiservizi. E a ben guardare, infatti, le lamentate illegittimità riguarderebbero semplicemente l’iter amministrativo relativo alla copertura finanziaria dell’intervento. Non a caso, la valutazione della legittimità dell’intervento era già stata fatta dallo stesso Amministratore Unico, tanto è che i lavori erano cominciati nel mese di Giugno, per essere poi sospesi in attesa della certezza della copertura finanziaria. Non ha quindi alcun senso avere, oggi, dei dubbi sulla legittimità dell’azione amministrativa.
E ancora più difficile ci risulta comprendere come è possibile che gli atti amministrativi del Comune, che sono stati predisposti dal Segretario Generale dell’ente, e perciò da lei stessa valutati legittimi, siano poi stati considerati di dubbia legittimità dall’Amministratore Unico della municipalizzato e dal suo Direttore Generale.
Invitiamo quindi nuovamente Alessandro a chiarire, e puntualmente, i termini della vicenda. Nel caso sorgano, seriamente, dubbi sulla legittimità degli atti adottati, li porteremo noi stessi insieme a lui, e senza indugio, alla Procura della Repubblica. In caso contrario, invece, riteniamo saranno indispensabili delle scuse.
In ultimo, non possiamo fare a meno di ringraziare il Sindaco, a cui rinnoviamo la nostra piena fiducia, i Consiglieri comunali di Governo Civico e tutti coloro che hanno lavorato affinché la pineta e la piazza di Cerenova tornassero ad essere illuminate. Erano anni che ai cittadini era impedito l’uso dell’area nelle ore serali: questa estate, come non succedeva da troppo tempo, abbiamo visto Piazza Morbidelli tornare a nuova vita. Questi sono i risultati che vogliamo vedere.

movimento civico
GOVERNO CIVICO PER CERVETERI