8 dicembre 2016

Renzi manda un avvertimento a Grasso. Sel: innaudito provare a condizionare il presidente del Senato

“Renzi che minaccia la seconda carica dello Stato se apre a modifiche ad art. 2: questo è davvero inedito!!” Cosi Nichi Vendola, presidente di Sinistra Ecologia Libertà, su twitter dopo le parole del premier alla direzione del Partito Democratico sul Presidente del Senato nelle quali aveva dichiarato «Che sarebbe stato un atto inusuale se il presidente del Senato avesse deciso di riaprire la discussione sull’art. 2.»

Preoccupata delle dichiarazioni di premier anche la presidente del Gruppo Misto-SEL Loredana De Petris: «E’ gravissimo e inaudito che il presidente del Consiglio e segretario del Pd si permetta di minacciare il presidente del Senato di fatto ordinandogli di comportarsi eseguendo gli ordini del governo».

«E’ semplicemente pazzesco – prosegue la presidente De Petris – che il presidente del Consiglio si arroghi il diritto di minacciare la convocazione di una riunione congiunta Camera-Senato per impedire che il presidente Grasso eserciti le sue legittime prerogative. Ricordo a Renzi che nella nostra Costituzione, con la quale ha evidentemente poca dimestichezza, non spetta al Governo convocare le Camere e che i casi in cui le Camere possono essere riunite congiuntamente sono chiaramente definiti».

«Di fronte a tale intimidazioni – conclude la presidente del Gruppo Misto-SEL – spero che ci sia qualcuno che gli faccia comprendere una volta per tutte il rispetto della Costituzione».

Il premier Renzi prova poi a fare marcia indietro, ma intanto le sue parole seminano preoccupazione.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.