4 dicembre 2016

Calcio – Lega Pro, terza sconfitta per la Lupa Roma, il Rimini si impone al Quinto Ricci

 

Terza sconfitta consecutiva in altrettante gare di campionato per la Lupa Roma di Cucciari che si arrende al Rimini di Pane e resta ancora ferma a zero punti in classifica. Una gara dai tanti significati che inizia prima del match con l’emozionante minuto di raccoglimento in cui il “Quinto Ricci” omaggia con un silenzio assoluto la scomparsa della madre del Presidente Alberto, del Dg Maurizio e di Claudia Cerrai. Dopo un bel mazzo di fiori recapitato da capitan D’Agostino alla famiglia Cerrai a nome di tutta la Lupa Roma, inizia la sfida valida per la 3^ giornata del campionato di Lega Pro girone B.

La formazione di casa si schiera con il consueto 3-5-2 che prevede il tandem d’attacco Di Michele-Leccese con lo squalificato portiere Mangiapelo sostituito da Di Mario. Il Rimini si dispone invece con un 4-4-2 che prevede come esterni di centrocampo l’ex Bariti a destra e Lisi a sinistra a supportare il tandem Ragatzu-Della Rocca, al rientro dopo la squalifica. Il Rimini parte subito forte e si rende pericolosa con Bariti che, su assist di Lisi, a botta sicura trova Locci che salva tutto. La Lupa Roma reagisce e al 19’ crea un’ottima occasione con D’Agostino che pesca Santarelli in area di rigore ma il centrocampista della Lupa non riesce a calciare verso la porta avversaria perdendo secondi preziosi.

Al 20’ il vantaggio della Lupa Roma: splendido tacco di Di Michele a servire sulla corsa Celli che, dalla fascia sinistra, lascia partire un cross per l’accorrente Leccese che batte Anacoura per la rete dell’1-0. Si tratta del primo gol stagionale in campionato per “El Tractor”. La Lupa Roma prende fiducia e al 22’ costruisce un’altra buona trama offensiva con Di Michele che serve Quadri, destro potente del centrocampista classe 1983 che esce di poco a lato.

Al 28’ la Lupa Roma ha una grande occasione per il raddoppio: assist di Quadri per Neri che, al volo, trova Anacoura pronto a respingere in calcio d’angolo. Il Rimini subisce e al 31’ rischia di capitolare: straordinario scambio al limite dell’area tra D’Agostino e Di Michele con l’assist del capitano per Re David che, solo davanti ad Anacoura, sfiora il palo fallendo però una nitida occasione da rete.

La Lupa non chiude i conti e il Rimini cerca di riaprirli al 36’ con una doppia occasione per Pedrelli che trova reattivo e pronto Nicholas Di Mario bravo a respingere entrambi i pericoli. Nel primo ed unico minuto di recupero il Rimini trova la rete del pareggio con Martinelli che, sfruttando l’incertezza della linea difensiva della Lupa Roma, si trova a tu per tu con Di Mario e lo fredda realizzando così l’1-1.

Si va al riposo in parità e il secondo tempo comincia subito in salita per la Lupa Roma con il vantaggio del Rimini al 9’ firmato da Torelli che di testa batte Di Mario completando così la rimonta. La Lupa non ci sta e al 13’ ha una grande occasione con Quadri che di destra impegna Anacoura che salva ancora il risultato. Cucciari cerca di cambiare qualcosa inserendo Massella e Cane in luogo di Neri e Santarelli. Al 14’ il neo entrato Massella crossa per Di Michele che viene anticipato all’ultimo momento in angolo.

La gara è aperta e i capovolgimenti di fronte sono continui: al 18’ grandissimo intervento d’istinto di Di Mario su Lisi involatosi a campo aperto e sfera che termina in calcio d’angolo. La Lupa continua ad attaccare ma al 21’ perde lucidità con il capitano Gaetano D’Agostino che, già ammonito, commette fallo a centrocampo e viene espulso dal direttore di gara per doppia ammonizione. La Lupa Roma resta in 10 per la terza volta in 5 gare ufficiali ma ha ancora la forza per cercare la via del pareggio al 25’ con Quadri che, su punizione, sfiora il pareggio ma salva tutto Anacoura.

Se la Lupa Roma attacca, chiaramente il Rimini cerca di sfruttare le ripartenze veloci e al 28’ ha l’opportunità di chiudere il match con Della Rocca che, a porta vuota, mette incredibilmente a lato in spaccata. Cucciari sfrutta il terzo cambio e sostituisce Di Michele con Bezziccheri che, al proprio esordio stagionale, sfiora subito al 37’ l’eurogol con un destro  straordinario che sfiora il palo alla sinistra di Anacoura. Al 40’ si chiude definitivamente l’incontro con il neo entrato Adrian Ricchiuti che, servito da Pedrelli, realizza la rete del definitivo 3-1 con cui il Rimini espugna il “Quinto Ricci” di Aprilia battendo la Lupa Roma.

Secondo ko casalingo su due gare, quarta sconfitta consecutiva tra campionato e Coppa Italia per la Lupa Roma che, sabato alle 17,30 in occasione della 4^ giornata di campionato, se la vedrà in casa del Prato contro la squadra con cui fin qui ha ottenuto l’unico successo in 5 gare ufficiali vincendo 3-1 nell’esordio della stagione 2015/2016.

Il tabellino del match:

LUPA ROMA-RIMINI 1-3

LUPA ROMA: Di Mario N., Cascone, Celli, D’Agostino, Sfanò, Locci, Neri (12′st Massella), Santarelli (14’st Cane), Leccese, Quadri, Di Michele (24′st Bezziccheri). All.: Cucciari. A disp.: Cianfriglia, Silvagni, Pasqualoni, Faccini, Cerrai, Tajarol, Di Mario A., Tulli, Losi.

RIMINI: Anacoura, Pedrelli, Varutti, De Martino, Signorini, Martinelli, Bariti, Galli (13′pt Torelli), Della Rocca, Ragatzu (24′st Ricchiuti), Lisi (34′st Bifulco). All.: Pane. A disp.: Ferrari, Marin, Mazzocchi, Polidori, Sapucci, Todisco.

ARBITRO: sig. Pillitteri di Palermo.

ASSISTENTI: sigg. Capaldo di Napoli e Abruzzese di Foggia.

RETI: 20′pt Leccese (L), 46′pt Martinelli (R), 9’st Torelli (R), 40′st Ricchiuti (R).

NOTE: prima del calcio d’inizio un minuto di raccoglimento per la scomparsa della madre del presidente della Lupa Roma Alberto, del dg Maurizio e di Claudia Cerrai. ESPULSO: 21′st D’Agostino (L) per doppia ammonizione. AMMONITI: Quadri (L), Signorini, Torelli, Bariti, Ricchiuti (R). SPETTATORI: 300 circa. CALCI D’ANGOLO: 5-5. RECUPERO: 1′pt, 3’st.

Valerio D’Epifanio