10 dicembre 2016

Rugby – Brunel: “La gestione delle mischie ha disequilibrato il match”

“La Francia ha meritato di vincere, ma la differenza tra le due squadre non è quella che dice il punteggio finale. E’ chiaro che l’assenza di Parisse per noi è importante, ma soprattutto credo che la gestione delle mischie abbia disequilibrato la partita. Ed anche la perdita di un giocatore del carisma di Andrea Masi dopo pochi minuti ha influito: è il terzo centro che perdiamo in due settimane, dovremo sostituirlo” ha dichiarato il CT degli Azzurri, Jacques Brunel, nel post-partita della partita contro la Francia a Twickenham.

“La Francia è vice-campione del mondo, favorita per il passaggio del turno e la vittoria del girone. Penso che, dal punto di vista dell’atteggiamento siamo stati alla loro altezza. Alla fine, il divario nel punteggio non esprime i valori del campo. Non voglio credere che da parte dell’arbitro vi fossero pregiudizi nei confronti di Castrogiovanni, ma contro il Galles aveva avuto quattro calci a favore in mischia ordinata mentre contro la Francia siamo stati penalizzati sei volte su nove su nostra introduzione, un qualcosa che ha fatto la differenza” ha aggiunto il CT dell’Italia.

“I tanti calci contro ci hanno tolto possesso. Quando abbiamo avuto il pallone siamo riusciti ad avanzare, ma specialmente nel primo tempo non siamo tornati dalle fasi offensive con dei punti sul tabellone. L’atteggiamento è stato quello che avevo chiesto ai compagni, ma in ogni fase del gioco mi sento di dire che si sono state cose positive. Ora guardiamo al Canada, mancano tre partite, il nostro Mondiale non è finito: oggi era una partita molto importante, ma dobbiamo continuare a crederci e la mentalità deve rimanere la stessa già da domani, dobbiamo mantenere questa intensità” ha dichiarato il capitano dell’Italia Ghiraldini.

“Non deve suonare come un alibi, ma aver preso così tanti calci contro in mischia ordinata ha fatto la differenza. La mischia è una chiave del gioco a livello internazionale, tanto più lo è per noi perché ci permette di creare intensità e continuità nel nostro gioco, di avere calci importanti per giocare nella metà campo avversaria. Credo che oggi l’approccio alle mischie abbia fatto la differenza, impedendoci di entrare pienamente in partita” ha aggiunto il tallonatore azzurro.

Martin Castrogiovanni, pilone azzurro, in zona mista si è concentrato sui tanti calci di punizione fischiati contro la mischia italiana: “E’ stata una serata frustrante. La mischia ha giocato come sempre, non capisco perché una contro il Galles tutto andasse bene e stasera tutto l’opposto. Se fossimo stati distrutti dai francesi in mischia non avrei nulla da recriminare, ma non è stato così, non so cosa dire: avanzavamo e venivamo penalizzati. Sarebbe importante capire cosa si aspettano i direttori di gara, perché noi abbiamo giocato come al solito, ma così tanti falli contro ci hanno impedito di rimanere in partita”

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5996 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.