11 dicembre 2016

Si è conclusa l’edizione 2015 di Malazè

Si è conclusa la X edizione di Malazè, l’evento enoarcheogastronomico dei Campi Flegrei. Nell’arco di dieci giorni (dal 5 al 15 settembre) si sono svolte iniziative culturali, visite guidate, cene a tema, spettacoli, rappresentazione teatrali e tanto altro nei siti archeologici, siti naturali e locali dei comuni di Pozzuoli, Quarto, Bacoli, Monte di Procida, Procida e Napoli. L’edizione 2015 è stata un’occasione per riflettere sul passato e proiettare Malazè verso il futuro, accompagnando i Campi Flegrei a strutturare un’economia basata sulla cultura e sul turismo sostenibile. Grande partecipazione a tutti gli eventi.

Successo per la Mostra di Design Humandesignforfood curata nelle sale di palazzo Migliaresi al Rione Terra dalla Adi Campania e patrocinata dalla Fondazione Città della Scienza, da Slow Food Campania, della Seconda Università di Napoli. Oltre alla presentazione della Guida Slow Food, quest’anno hanno riscontrato molta partecipazione di pubblico gli eventi a cui hanno partecipato i pizzaioli Enzo Coccia e Franco Pepe; l’evento Una Dea al Tempio di Ciro Coccia è stato l’evento che in assoluto ha avuto più presenze: quasi 400 persone.

L’associazione organizzativa Campi Flegrei a Tavola in questa edizione è stata affiancata dalla società Ravello Creative Lab insieme alla quale sono stati organizzati quattro eventi speciali: Giorgio Albertazzi che ha recitato “Memorie di Adriano” nella stadio Antonino Pio di Pozzuoli, l’apertura dopo 2000 anni del Macellum-Tempio di Serapide a Pozzuoli, il concerto di Pietra Montecorvino a Monte di Procida e lettura dell’Eneide di Peppe Lanzetta al Castello di Baia a Bacoli. Le iniziative sono patrocinate del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali – Polo Museale regionale della Campania e Soprintendenza Archeologia della Campania e finanziate da Sviluppo Campania – Piano Campania SiCura iniziative per il rilancio del comparto agroalimentare della Campania.

Nell’ambito di Malazè si sono svolti due concorsi. La prima edizione del concorso fotografico “Premio Campi Flegrei” con tema “Terra Madre, i colori della terra” a cura di Flegrea Photo ha registrato questi risultati: premio all’autore (ex aequo): Mauro Cangemi di Napoli e Giorgio Cappiello di Casapulla di Caserta; primo premio alla migliore foto (ex aequo): Antonio Cunico di Vicenza e Anna Pane di Napoli; secondo premio migliore foto: Giuseppe Mazzeo di Pozzuoli. Menzioni speciali ai napoletani Marzia Bertelli, Alessandra Cardone, Elisabetta Cartiere, Francesca De Caro, Ciro Iacobelli e Viviana Rasulo. L’evento è stato organizzato con il patrocinio della Federazione Italiana Associazioni Fotografiche. La giuria era composta da Antonio Biasucci, Chiara Reale, Enzo Buono e Francesco Soranno.

Per la terza edizione de “La Grande Abbuffata”, concorso di cortometraggi a tema enogastronomico, la giuria, composta da Giulia Cannada Bartoli (giornalista enogastronomica), Lorenzo D’Amelio (regista), Patrizio Rispo (attore), Antonella Stefanucci (attrice) e Johanna Wand (Goethe Institut Napoli), ha assegnato il premio come miglior cortometraggio a “Primera Comunion”, di Chiara Sulis e la menzione speciale a “Il Quaderno”, di Valentina Capone e a “Sassywood”, di Antonio Andrisani e Vito Cea. Il Premio del Pubblico, messo in palio da Tenuta Matilde Zasso, viene attribuito a “Sassywood”, di Antonio Andrisani e Vito Cea. Secondo classificato “Il Quaderno”, di Valentina Capone. Terzo classificato “Naples: the art of food”, di Alfonso Postiglione. La rassegna “La Grande Abbuffata” è curata dal festival internazionale di cortometraggi al femminile A Corto di Donne e si avvale della direzione artistica dello storico del cinema Giuseppe Borrone e della regia tecnica di Maria Di Razza.

“Con la X edizione – ha affermato Rosario Mattera, ideatore ed organizzatore di Malazè – è stata la conferma della bontà del nostro progetto. Quello che dicevamo dieci anni fa è stato confermato in tutti questi anni. Fin dal primo momento abbiamo puntato ad un target medio-alto: il che non significa aver puntato solo su chi ha più possibilità di spendere, ma abbiamo puntato sul tipo di mentalità. Quest’anno abbiamo registrato numerose presenze straniere che hanno scelto di visitare l’area flegrea in questo periodo di Malazè. Per la prima volta circa cento turisti americani che pernottavano in Costiera Amalfitana hanno deciso di visitare i Campi Flegrei attratti da Malazè. Quest’anno abbiamo lanciato anche la prima Guida Enogastronomica targata Malazè dando risalto ai nostri partner. Pubblicheremo anche una guida online in lingua inglese e danese. Siamo una rete e continueremo a lavorare in questo modo. Presto ci saranno importanti novità per lanciare i nostri prodotti con marchio #tipicamenteflegreo”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 6000 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.