4 dicembre 2016

Operazione Capoprati, alla riconquista della bellezza del Tevere

Salvare dall’incuria e dall’abbandono uno dei più importanti polmoni verdi del centro di Roma e trasformarlo in un innovativo centro di educazione ambientale

Legambiente e Gruppo Unipol presentano un nuovo intervento realizzato nell’ambito di Bellezza Italia, la collaborazione nata per promuovere il recupero e la riqualificazione di aree degradate, diffondere la cultura della legalità e dei diritti, le sinergie tra cittadini, imprese e istituzioni per restituire territori compromessi al bene comune

Salvare dal degrado e dall’abbandono il Parco di Capoprati, una delle ultime aree naturali in cui riscoprire il Tevere e il suo prezioso ecosistema nel pieno centro di Roma.

È l’obiettivo del progetto Operazione Capoprati che Legambientee il Gruppo Unipol realizzeranno in questi mesi nell’ambito diBellezza Italia, la campagna che vede le due realtà impegnate insieme nel proporre e attuare azioni di recupero e riqualificazione di aree degradate del nostro Paese e restituirle alla fruizione dei cittadini.

Il Parco – circa 7mila mq nel pieno centro di Roma – ha visto la luce nel 2001 grazie alle operazioni di bonifica effettuate dai volontari di Legambiente. Nel 1996 sono iniziati i lavori che in quattro anni hanno portato grandi risultati, con la rimozione di oltre 30 tonnellate di rifiuti e 50 di verde incolto. Dopo due inondazioni subite negli anni 2008 e 2012, Capoprati appare ora come soffocato da una vegetazione che non viene più curata, così come non viene effettuata da tempo la manutenzione e la pulizia della pista ciclabile.

“Grazie a Bellezza Italia vogliamo rilanciare e sostenere questa straordinaria esperienza di volontariato – dichiara Rossella Muroni, direttrice generale di Legambiente –. Il Parco di Capoprati rappresenta un autentico polmone verde del centro di Roma, una volta gioiello sulla riva del fiume, ora trascurato e degradato nonostante la tenacia e la dedizione dei volontari che negli anni hanno restituito alla cittadinanza l’area, nella forma del parco che conosciamo oggi. Il nostro intento è quello di trasformarlo in un innovativo Centro di educazione ambientale, un presidio per migliorare la qualità ambientale e sociale del territorio”.

Negli anni all’interno del Parco sono state realizzate diverse attività: un centro estivo per bambini, un punto di noleggio biciclette e il circolo di Legambiente si è trasformato in polo di aggregazione per anziani e giovanissimi. Un’area verde attrezzata con vista sul Tevere, gazebo, panchine e altalene. Ma tutto questo sta lentamente sparendo sotto l’incuria e l’abbandono in cui versano il Tevere e le sue sponde.

“Per noi di Unipol questo progetto non si pone solo in continuità con Bellezza Italia, ma rappresenta un primo tassello di una nuova sfida che ci piacerebbe affrontare: concorrere a migliorare la resilienza del nostro paese facilitando la manutenzione del territorio – dichiara Maria Luisa Parmigiani, Responsabile Sostenibilità di Unipol -. Ci sfida anche l’intervenire in una città, tra l’altro una città vasta e complessa come Roma. Fino ad oggi il progetto si è sviluppato in ambiti locali, in cui processi di partecipazione e responsabilizzazione propri dell’iniziativa erano più facili da attivare e conservare nel tempo, siamo quindi particolarmente attenti a quanto avverrà qui nei prossimi mesi, non solo in termini di interventi fisici, ma soprattutto di capitali relazionali e sociali”

Il progetto del Gruppo Unipol e Legambiente prevede la sistemazione e la messa in sicurezza dell’intera area, la realizzazione di attività di turismo educativo, naturalistico, storico e culturale, di valorizzazione ambientale e di riscoperta culturale. Un luogo, immerso nella natura, dove svolgere progetti didattici per le scuole elementari e medie; attività di giardinaggio e cura del verde, di incontro ludico e di scambio generazionale tra giovani e meno giovani, percorsi di conoscenza scientifica e storico-culturale. L’intervento inoltre prevede la messa a dimora di ulteriori specie arboree e floreali, siepi, e quanto altro necessario al piacere visivo.

Il Parco fluviale Capoprati è situato lungo l’omonima via Capoprati, sulla riva destra del fiume Tevere (Municipi XVII e XX).

Nell’ultimo anno, grazie a Bellezza Italia, è stato già possibile realizzare due importanti interventi. L’ultimo in ordine di tempo all’interno dell’Ecovillaggio autocostruito di Pescomaggiore per il rilancio e lo sviluppo sostenibile del piccolo borgo alle porte del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, nel comune di L’Aquila. A Paestum, invece, è stato possibile completare ilSentiero degli Argonauti, per migliorare la fruibilità dell’area di Paestum e restituire al sito l’unità geografica originaria, con il suo sbocco a mare. Inoltre è in corso a Napoli un intervento per supportare ed accrescere le attività connesse alla fruizione dellaChiesa di Sant’Aniello a Caponapoli, finalmente riaperta dopo un lungo restauro.

La collaborazione tra Gruppo Unipol e Legambiente continua anche come strumento per diffondere la cultura della legalità e dei diritti, per favorire tutte le sinergie possibili tra società civile, imprese e istituzioni impegnate in territori compromessi o abbandonati che sarà possibile recuperare e destinare al bene comune. Bellezza Italia non è quindi l’unico fronte della collaborazione tra Unipol Gruppo Finanziario e Legambiente che si articola infatti su diversi ambiti, con il duplice obiettivo di qualificare l’impegno ambientale del Gruppo Unipol nel Paese ed accrescere la consapevolezza dei suoi stakeholder diretti sull’importanza di tutelare e valorizzare il nostro territorio, e in una serie di azioni mirate allo sviluppo di politiche attive e strumenti adeguati a migliorare la resilienza al cambiamento climatico in Italia.

About Emanuele Bompadre 8223 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.