24 febbraio 2017

Roma – Controllo del territorio, 4 arresti per furto in diverse operazioni

Quattro persone sono state arrestate per furto dagli agenti della Polizia di Stato nella giornata di ieri.
Il primo arresto è avvenuto nel primo pomeriggio, quando i poliziotti dei Commissariati Vescovio e Fidene – Serpentara hanno tratto in arresto due cittadine romene che si erano rese responsabili di un furto aggravato a bordo di un autobus della linea extraurbana.
In particolare, un pendolare che stava rincasando, sceso dal mezzo pubblico si è accorto di essere stato derubato della collana in oro che indossava.
Sospettando di due giovani donne straniere che erano sedute dietro di lui e che lungo il tragitto lo avevano più volte “distratto” con pretesti di varia natura, l’uomo, senza perdersi d’animo, ha fermato un conoscente che era in transito e, salito a bordo della sua autovettura, ha seguito l’autobus in ogni fermata, avvisando nel contempo il 113.
Gli agenti, mantenendosi in costante contatto telefonico con la vittima, hanno raggiunto rapidamente l’autobus in viale Etiopia, bloccando le due appena scese.
Nel corso del controllo, è stato recuperato il monile e, al termine degli accertamenti, le giovani nomadi sono state tratte in arresto. Le due, sono risultate essere già note alle forze dell’ordine perché più volte fermate a seguito di analoghi furti di collane.
Giudicate con rito direttissimo, sono state condannate dall’autorità giudiziaria ad otto mesi di reclusione.
A finire in manette, nella zona di San Giovanni, è stata invece una giovane di etnia rom di 19 anni, sorpresa insieme ad una complice minore di 14 anni a scassinare la porta di un’abitazione di via Magna Grecia.
Dopo una telefonata al 113 che ha avvisato di due donne sospette all’interno dello stabile, i poliziotti del Commissariato di zona sono giunti in breve sul posto e, effettuato un controllo all’interno, hanno scovato le due in possesso di numerosi attrezzi atti allo scasso e con parti di serrature già smontate.
Condotte negli uffici di Polizia, per la 19enne è scattato l’arresto mentre la minore è stata accompagnata presso una struttura idonea.
In manette, infine, è finito un macedone 29enne che, in un negozio di elettronica situato all’interno di un centro commerciale di Fiumicino, si era impossessato di un tablet asportando il congegno antitaccheggio. Notato dalla vigilanza, che ha provveduto ad avvisare la Polizia, l’uomo è stato arrestato dagli agenti del Reparto Volanti per tentato furto aggravato.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 6806 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.