Con iniziativa Ama ‘Il tuo quartiere non è una discarica’ raccolte 150 tonnellate di rifiuti ingombranti nei Municipi pari di Roma

Ammontano a 150 le tonnellate di rifiuti ingombranti raccolte nel settimo appuntamento dell’anno con la campagna ‘Il tuo quartiere non è una discarica’, organizzata da Ama in collaborazione con il TGR Lazio. L’iniziativa, tornata oggi dopo la pausa estiva, ha coinvolto questa mattina i municipi pari della Capitale. Così una nota dell’Ama.

Ama ha messo a disposizione dei cittadini complessivamente 15 postazioni, presso le quali è stato possibile consegnare rifiuti ingombrati, speciali e RAEE (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche).

In 10 postazioni, è inoltre stata attiva anche la raccolta di vecchie biciclette da parte dell’Associazione Culturale Ciclonauti. Le bici (o parti di esse) saranno recuperate/riciclate, rimesse a punto e successivamente restituite alla cittadinanza attraverso iniziative ludico-culturali, di beneficienza, ecc.

Si ricorda inoltre che Ama mette quotidianamente a disposizione dei cittadini altri due canali per disfarsi gratuitamente dei rifiuti ingombranti, elettrici ed elettronici, che non devono e non possono essere assolutamente conferiti nei cassonetti stradali: i 14 centri di raccolta aziendali aperti tutti i giorni e il servizio di ritiro a domicilio per i materiali fino a 2 metri cubi di volume, fornito dal lunedì al sabato, che prevede il prelievo al piano stradale.

Il servizio viene fornito su appuntamento, tramite il ChiamaRoma 060606 oppure compilando l’apposito modulo di richiesta nella sezione Servizi on-line del sito www.amaroma.it.

Il prossimo appuntamento con ‘Il tuo quartiere non è una discarica’ è fissato per domenica 11 ottobre, questa volta nei municipi dispari.
Fonte: agenzia dire

I video del giorno

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9374 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.