8 dicembre 2016

Il giovane De Pera trionfa anche nella terza tappa confermandosi il più veloce del monomarca tre diapason

Giro di boa per il trofeo Yamaha R125 Cup 2015 con il terzo round stagionale svoltosi sul circuito Tazio Nuvolari di Cervesina. Prove sempre più avvincenti per il giovane gruppo di piloti tre diapason che gara dopo gara dimostra maggiore competitività in pista grazie all’importante formazione ricevuta dagli istruttori della scuola AG Motorsport Italia.

A trionfare sul circuito pavese, al netto delle due prove in programma, ancora Lorenzo De Pera che dopo il successo a Vallelunga si conferma sempre più leader del campionato. Seconda piazza complessiva per Daniel Russo seguito da Nicolò Barbiani che ha centrato l’ultimo gradino del podio.

QUALIFICHE – Nelle qualifiche del sabato Lorenzo De Pera si mette subito in evidenza, segnando il miglior giro con il tempo di 1’40”280. Anche il romano Daniel Russo dimostra voglia di riscatto avvicinandosi con il crono di 1’40”536. Terzo posto per il romagnolo Giovanni Grianti che chiude in 1’40”833. Gli altri piloti rimangono però compatti: il gruppo composto da Gueli, Gagliardi, Vignale, Alberti, Basso, Barbiani e Bellebono si dà battaglia dentro l’1’41”, con pochi centesimi di vantaggio su quello caratterizzato da Spaggiari, Imperiano, Iavazzo e Crotta. Le qualifiche della domenica mattina si svolgono in condizioni ottimali: De Pera a un minuto dalla fine mette tutti in fila siglando il crono strepitoso di 1’39”716. Bravo anche Nicolò Barbiani che rimonta posizioni in griglia, passando sino al secondo posto davanti a Russo che chiude la prima fila. Seconda fila per Basso, Vignale e Grianti. Un po’ in difficoltà la partenopea Nicole Iavazzo che chiude le qualifiche in quindicesima posizione alle spalle del conterraneo Lorenzo Imperiano. In crescita Maicol Spaggiari e Vincent Clarke rispettivamente undicesimo e dodicesimo.

GARA 1 – Ottima partenza per tutto il gruppo che rimane compatto per diversi giri, con ripetuti cambi di posizione. Da subito Russo prova a dar filo da torcere al pole-man De Pera, seguito da Alessio Gagliardi, Lorenzo Alberti e Nicolò Barbiani che non si staccano dalle carene dei primi, formando un gruppetto dal ritmo indiavolato. La prima gara della giornata si conclude con la vittoria di Russo, che sfrutta l’incertezza di Lorenzo De Pera in una fase di doppiaggio che lo costringe alla seconda posizione. Terzo un ottimo Gagliardi partito dalla decima casella. Lorenzo Alberti si esprime al meglio in gara rispetto alle cronometrate e strappa il quarto assoluto, quinto Nicolò Barbiani. Tra i rookie primo Giovanni Grianti seguito da Maicol Spaggiari e Lorenzo Basso. Non ha preso parte alla gara Spanò per un infortunio alla caviglia.

GARA 2 – Allo spegnersi del semaforo, De Pera prende subito il comando e non molla per tutti i giri di gara nonostante un Russo con il fiato sul collo. Anche il determinatissimo Nicolò Barbiani sferra attacchi in vetta al gruppo con l’obiettivo di andare a podio. Alberti sempre all’attacco dei più veloci è seguito da Alessio Gagliardi a cui fanno seguito sei rookie tra cui Frate, Grianti, Spaggiari, Clarke, Gueli e Imperiano. Battaglia a suon di centesimi per i pilotini tre diapason, fino alla linea del traguardo che vede passare sotto il traguardo nell’ordine De Pera, Russo e Barbiani.

La classifica generale della tappa di Cervesina incorona cosi De Pera sul primo gradino del podio, Russo sul secondo e Barbiani sul terzo. Giovanni Grianti vince la classifica rookie, seguito da Maicol Spaggiari e Vincent Clarke. Tra quindici giorni è in programma il quarto round della R125 Cup sul circuito di Airola (Benevento).

CLASSIFICA ASSOLUTA

1° Lorenzo De Pera

2° Alessio Gagliardi

3° Nicolò Barbiani

CLASSIFICA ROOKIE

1° Giovanni Grianti

2° Lorenzo Imperiano

3° Danilo Gueli

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5987 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.