4 dicembre 2016

Ritorna ‘Maker Faire’. L a fiera dell’innovazione dal 16 al 18 ottobre alla Sapienza di Roma

Un’area di 100mila metri quadrati a disposizione, oltre a 15mila di spazi espositivi e 600 stand con oltre 700 invenzioni in mostra provenienti da tutto il mondo. E ancora, workshop, seminari e una ‘area kids’ di quasi 3mila metri quadri con 90 laboratori in cui i ragazzi potranno imparare a programmare. È la terza edizione della fiera dell’innovazione, Maker Faire, promossa dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata da Asset Camera, che si terra’ alla Sapienza di Roma dal 16 al 18 ottobre, dove verranno tra le altre cose, esposti i progetti di 81 maker selezionati su 200 domande.

A dare un’impronta particolare a quest’edizione europea della Maker Faire, la ‘House of drones’, una voliera di 300 metri di larghezza e 22 di altezza dove sara’ possibile far volare i droni, e la ‘Maker music’, uno spazio dedicato ai maker della musica e alle loro sperimentazioni. Questo il programma: la giornata di apertura di venerdi’ 16 sara’ dedicata alle scuole provenienti da tutta Italia, dalle 9 alle 13. Dalle 14 dello stesso giorno fino a domenica, la fiera sara’ invece aperta al grande pubblico. Sempre le scuole avranno un ruolo di primo piano con 30 progetti e altrettanti stand, quasi il doppio rispetto allo scorso anno. Assieme alle scuole presenti anche le maggiori universita’ italiane, tra cui la Sapienza e l’Universita’ degli studi Roma Tre, il Politecnico di Milano, l’Universita’ Luav di Venezia e l’Universita’ degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

L’area Kids sara’ rivolta ai giovani dai 5 ai 16 anni e coprira’ uno spazio di 3mila mq, all’interno del quale i ragazzi potranno realizzare il loro primo robot, circuito o videogioco. Le ‘Isole didattiche’ saranno la novita’ dell’Area kids di quest’anno: sette postazioni aperte con attivita’ dedicate al riciclo creativo didattico e un’area ‘Fablab’ per bambini e ragazzi. Infine, prevista un’area ‘Food e agrcolture’ con 40 espositori di prodotti culinari e enogastronomici preparati con tecnologie innovative: dalla birra artigianale, alla stampa di crepes in 3d, al robot che fa i cocktail.

Fonte: agenzia dire

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5942 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.