7 dicembre 2016

Centro Storico – Via dei Giubbonari, i vigili scoprono un altro Bed & Breakfast abusivo

L’attività della Polizia di Roma Capitale al contrasto dell’illegalità nel settore ricettivo non si ferma. Un nucleo operativo apposito, particolarmente esperto nel controllo di alberghi, affittacamere e bed and breakfast disseminati nella città è costantemente in attività, sia sul territorio che sulla rete internet.

E’ infatti prassi diffusa l’offerta via internet di alloggi di ogni tipo, hotel, camere e altre sistemazioni: purtroppo, soprattutto per coloro poco esperti, che si trovano costretti a trovare urgentemente alloggi in città, le truffe sono dietro l’angolo. Alloggi con descrizione non corrispondente alla realtà e foto abilmente truccate che aggiungono elettrodomestici nuovi al posto di vecchi, servizi promessi ma non rispettati, oppure prezzi che lievitano una volta giunti sul posto.
Allo scopo di contrastare questi fenomeni e tutelare gli utenti, la Polizia di Roma Capitale impiega servizi creati appositamente e, nel contempo, confida nelle segnalazioni degli utenti.
Da luglio è possibile infatti utilizzare “IoSegnalo”, un innovativo servizio web che permette, garantiti da anonimato, l’invio rapido di segnalazioni o preziose informazioni utili a combattere qualsiasi illecito direttamente alla centrale operativa “Lupa”, con la possibilità di inviare fotografie.
Grazie a cittadini che hanno utilizzato questo strumento, la Polizia di Roma Capitale ha potenziato la capacità di risposta alle richieste di intervento urgenti, ma sta anche prevenendo truffe e raggiri,  comminando sanzioni, applicando provvedimenti di chiusura e denunciando bed & breakfast e affittacamere abusivi.
E’ il caso di un padre di Bari, che ha accompagnato la figlia a Roma, vincitrice di un concorso pubblico per maestri. La sua segnalazione riferiva di una attività di Bed and Breakfast di via dei Giubbonari, vicino a Campo de’ Fiori, dove le condizioni dell’appartamento pattuito non corrispondevano affatto a quanto pubblicizzato su internet: mobili diversi, assenza di ascensore, finestre fatiscenti. Gli agenti, ricevuta la segnalazione, hanno subito voluto incontrare il signore, con il quale la stessa mattina hanno visitato l’appartamento.
Oltre a quanto segnalato, gli accertamenti hanno evidenziato che il proprietario non solo non risultava residente nell’indirizzo, condizione essenziale per un bed & breakfast, ma che non aveva preparato nessuna ricevuta fiscale per l’acconto, e non lo avrebbe fatto per il saldo. Infatti, alla consegna delle chiavi, effettuate da una persona di nazionalità straniera, non era stata rilasciata nessuna fattura o ricevuta fiscale, ma un semplice foglietto anonimo senza alcun riferimento fiscale o partita IVA.
I vigili hanno sanzionato il proprietario per gli illeciti amministrativi evasi, per l’ampliamento irregolare della struttura e per la mancata esposizione dell’autorizzazione: agli organi competenti  inoltre verranno inviate segnalazioni per la pubblicità ingannevole e per l’eventuale evasione fiscale.
Dopo gli accertamenti i vigili hanno provveduto a trovare al papà e alla figlia una struttura ricettiva sostitutiva a pari prezzo: grati del servizio, i due hanno voluto alla fine ringraziare personalmente anche lo stesso Comandante Generale, in quel momento presente al Comando.
In considerazione dell’imminente arrivo del Giubileo, il Comando della Polizia di Roma Capitale invita tutti i visitatori e i turisti che cercano sistemazioni alberghiere a Roma a prestare attenzione alle strutture sospette, denunciando immediatamente qualsiasi irregolarità, pubblicità ingannevole o truffe.
About Samantha Lombardi 4021 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it