8 dicembre 2016

WEC – Un podio che fa classifica per Rigon nella 6 Ore del Nurburgring

La lunga pausa estiva non ha fatto perdere lo smalto a Davide Rigon che nella 6 Ore del Nurburgring, teatro del quarto appuntamento del Campionato del Mondo FIA WEC, conquista in coppia al team-mate James Calado e al volante della Ferrari 458 GTE #71 un nuovo podio.

Un risultato importante per l’equipaggio del team AF Corse che scala ulteriormente la classifica mondiale portandosi al secondo posto, ad un solo punto dalla leadership. Fin dalle prime uscite il driver veneto della Ferrari si dimostra in grande spolvero portando castamente la vettura nelle posizioni importanti di classifica. La conferma dell’ottimo feeling raggiunto con il rinomato tracciato tedesco, che ha fatto il suo debutto nel calendario proprio in questa stagione prendendo il posto di Interlagos, arriva proprio nel turno di qualifica con Rigon e Calado che graffiano la prima fila, grazie al secondo posto di classe a soli 55 millesimi dalla pole position.

Ci sono tutte le premesse per tentare il “colpaccio” e andare alla conquista del primo sigillo mondiale. Purtroppo nello stint dell’inglese la #71 viene tamponata dalla Porsche 92 (penalizzata con un drive through tardivo) costringendola ad una doppia sosta, fatale per il risultato finale. Davide torna quindi al volante, dopo aver sostituito la gomma esplosa durante il regime di bandiera verde come conseguenza ancora del contatto, girando su ottimi riscontri cronometrici riuscendo comunque a chiudere sul podio.

Col terzo posto la coppia italo-inglese #71 guida la classifica Team grazie ad un bottino complessivo, dopo i primi quattro round, di 86 punti confermando insieme agli amici di box la Ferrari come leader nella classifica Costruttori, davanti proprio alla Porsche.

Davide Rigon “Siamo soddisfatti solamente in parte, non lo nascondo. Il podio ci ha permesso di fare un ulteriore passo in avanti in classifica, oltre ad aver portato la #71 al comando nella classifica Team, ma resta il rammarico per l’occasione persa. Per tutto il week-end abbiamo dimostrato di essere molto veloci, ma il tamponamento da parte della Porsche ha rovinato i piani. Siamo comunque molto contenti del nostro ritmo e questo ci fa ben sperare per il proseguo della stagione. Ad Austin proveremo nuovamente a vincere la nostra prima gara in un campionato tanto affascinante quanto difficile”

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5987 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.