9 dicembre 2016

Calcio – Conte: “Contava solo vincere”. E adesso battiamo la Bulgaria

L’obiettivo era uno solo, portare a casa i tre punti. Lo aveva detto alla vigilia, Antonio Conte, e lo ribadisce al termine della partita: “Oggi contava vincere – spiega – ma, quando non concretizzi le occasioni che crei, il risultato resta in bilico. Sono contento per la voglia che i ragazzi hanno messo in campo, ora siamo in testa in un girone equilibrato e proveremo a cercare un’altra vittoria contro la Bulgaria”.
I bulgari sono stati battuti dalla Norvegia, la Croazia ha pareggiato con l’Azerbaigian. “Oggi nel calcio nessuno ti regala niente – commenta il ct – il calcio si sta evolvendo dappertutto. Non ci sono più squadre materasso, dobbiamo pensare a noi stessi e fare una prestazione migliore per battere la Bulgaria. Se questa Italia basta? Deve bastare”.
Tornando alla partita, Conte ha sottolineato: “In queste gare hai tutto da perdere, Malta aveva questo attaccante molto veloce, Effiong. Mi sarebbe piaciuto segnare prima ed essere più tranquilli. Nei primi 45′ abbiamo cercato di giocare, di aggredire e di fare la partita. Le gare durano 95′, se qualcuno pensava ad una goleada significa che non ha ascoltato quello che ho detto ieri”. Poi butta uno sguardo alla gara di domenica: “Fra tre giorni c’è un’altra partita, c’è la necessità di far ruotare uomini e schierare degli attaccanti più vicini a Pellè. Gabbiadini ha fatto una buona partita, peccato per l’ incrocio dei pali. Mi renderà più sereno vincere domenica contro la Bulgaria”.
Un gol “pesante” quello realizzato da Graziano Pellè, forse “viziato” da un colpo con il braccio. “Era una partita difficile – dice l’azzurro – tutti pensano sia facile anche contro Malta, ma non è così. Siamo contenti di aver vinto e io di aver fatto gol. Ho toccato la palla con il braccio? Non ricordo, quando rivedrò il gol ve lo saprò dire. Di sicuro, se avessimo segnato subito sarebbe stata un’ altra partita. Ma la palla non voleva entrare. L’importante è che abbiamo vinto, ora dobbiamo migliorare tanto. Ogni partita sarà sempre difficile e dobbiamo entrare in campo con consapevolezza e cattiveria di non perdere la pazienza. Il gol prima o poi arriva”.
Meglio l’Italia del secondo tempo, secondo Darmian: “Tutti davano la vittoria come scontata, ma nel calcio non è mai così. Stasera non era facile giocare con una squadra con 11 effettivi dietro la linea della palla. Ma nel secondo tempo abbiamo cambiato marcia e si è visto, il risultato poteva essere più rotondo”.

*Il programma della Nazionale

Venerdì 4 Settembre 2015
h. 17.00 Allenamento presso il CTF di Coverciano (a porte chiuse)

Sabato 5 Settembre 2015
h. 10.00 Allenamento presso il CTF di Coverciano (a porte chiuse)
h. 16.00 Partenza volo charter da Firenze per Palermo
h. 18.30 Allenamento allo stadio Renzo Barbera (aperto alla stampa primi 15’)
A seguire conferenza stampa (Commissario tecnico e un calciatore)

Programma della Bulgaria:
h. 20.00 Conferenza stampa della Bulgaria (Allenatore e un calciatore)
h. 20.30 Allenamento della Bulgaria (aperto i primi 15’) presso lo stadio R. Barbera

Domenica 6 Settembre 2015
h. 20.45 GARA UEFA EQ ITALIA –BULGARIA (Stadio Renzo Barbera)
Al termine incontro con la stampa

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5987 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.