9 dicembre 2016

Roma – Stesso modus operandi per due scippi in diversi quartieri della capitale

Portuense, Marconi, ma anche Trastevere e Trevi, sono le zone che negli ultimi giorni erano state prese di mira da parte di due scippatori che con lo stesso modus operanti sono riusciti a portare a termine numerosi scippi a bordo di motociclo tipo ‘SH’.

I due malviventi, con indosso caschi tipo jet, sfruttando i momenti di distrazione delle vittime, con gesti fulminei e repentini sottraevano loro gli effetti personali.

Dalle sommarie descrizioni fornite agli investigatori, gli agenti a bordo delle volanti della Polizia di Stato in servizio nelle varie zone della capitale, hanno intensificato i controlli dedicando maggiore attenzione ai vari “utilizzatori” del motociclo descritto che in qualche modo corrispondessero alle descrizioni fornite.

Giovedì scorso, i poliziotti del Commissariato San Paolo, diretto dal dr. Filiberto Mastrapasqua, hanno notato, in zona Portuense vicino a via Tajani, un motorino SH scuro con due giovani a bordo indossanti caschi jet.

I due giovani alla vista della pattuglia hanno assunto un’ andatura indecisa e ondivaga tanto da aumentare i sospetti degli agenti della Polizia di Stato che hanno deciso di fermare il motoveicolo per un controllo più accurato.

All’alt dei poliziotti, il conducente del motoveicolo invece di arrestare la marcia ha accelerato nel tentativo di far perdere le proprie tracce. Dopo un breve inseguimento, i due, messi alle strette dalla pattuglia, dopo aver sbandato, hanno abbandonato lo scooter proseguendo la fuga a piedi in direzioni opposte. Gli agenti della Polizia di Stato sono riusciti comunque a bloccarli e a condurli presso il Commissariato San Paolo.

Identificati, uno è risultato ancora minorenne e l’altro H.B. di 30 anni. Entrambi di etnia rom, sono stati trovati in possesso di arnesi atti allo scasso, in particolare di uno spadino e di un coltello. Nel sottosella dello scooter, risultato rubato, sono stati sequestrati due cappellini con visiera ed un cappello con annessa parrucca utilizzati dai due per travisarsi. Venivano altresì rinvenuti alcuni pantaloni di colore diverso utilizzati per cambiarsi d’abito dopo le attività criminali.

Il maggiorenne, è stato arrestato e sottoposto al divieto di dimora nel comune di Roma mentre il minore è stato collocato in una idonea struttura.

About Ruggero Terlizzi 2880 Articoli
Ruggero Terlizzi è il classico nerd, tecnologia, fumetti, videogames, serie tv e tutto quello che è classificabile nella categoria. È un ottimo disegnatore e ha sempre a portata di mano un taccuino dove fare qualche schizzo. Appassionato anche di auto ha tenuto la rubrica motori su Il Tabloid Motori e da settembre gestisce la rubrica Tech su Il Tabloid.it