9 dicembre 2016

Calcio – Serie A, le dichiarazioni rilasciate nel post partita di Fiorentina-Milan

Milan Sinisa Mihajlovic gestures during the Italian Serie A soccer match ACF Fiorentina vs Ac Milan at Artemio Franchi stadium in Florence, Italy 23 August 2015. ANSA/MAURIZIO DEGL INNOCENTI

MISTER SINISA MIHAJOLOVIC
“Nei Primi 35 minuti è stata una gara equilibrata, ma non abbiamo fatto bene come mi aspettavo. Poi abbiamo perso meritatamente. Dobbiamo lavorare sotto tanti aspetti, abbiamo ancora tanto da fare. Niente ansie però. Abbiamo margini di crescita. Dispiace aver perso, perchè volevo vincere a Firenze. Stiamo calmi, lavoriamo di più, prepariamo bene la prossima partita.
Sono importanti tutte le partite. Mi sarebbe piaciuta vedere una gara 11 vs 11. Posso giudicare solo i primi 35 minuti. Poi è stato tutto in salita. Abbiamo preso gol su due palle inattive, abbiamo perso la partita a metàcampo. Ecco tutto. Cerchiamo di rifarci subito”

MATTIA DE SCIGLIO
“Noi non abbiamo creato nessuna occasione per mettere in difficoltà la Fiorentina, non siamo riusciti a fare quello che avevamo provato durante la settimana. Abbiamo fatto un passo indietro rispetto alla partita contro il Perugia. Dobbiamo lavorare meglio anche sulle coperture preventive, dobbiamo evitare di far ripartire gli avversari, tutto ciò ci serve per farci capire che dobbiamo ancora lavorare tanto. E’ una sconfitta che ci ha creato tante delusioni, ma il campionato è ancora lungo e dobbiamo lavorare senza perdere le convinzioni che avevamo fino adesso. Soprattutto la stagione scorsa ho avuto tante difficoltà, che però mi hanno anche aiutato a crescere, ho iniziato questa stagione con il pensiero di lavorare duramente senza pensare al passato. Voglio concentrarmi duramente e lavorare duramente domenica dopo domenica. Questa partita dovrà darci la carica e ulteriori motivazioni per fare bene la prossima partita.”

MISTER SINISA MIHAJLOVIC (CONFERENZA STAMPA)
“Abbiamo perso la gara a centrocampo. I primi 35 minuti sono stati equilibrati, con un occasione per parte, poi è stata difficile con un uomo in meno. Loro fanno un grande possesso palla ed hanno meritato di vincere. Abbiamo preso gol su due palle inattive, su due episodi.Comunque nessuna ansia adesso e non buttiamoci giiù. Abbiamo le nostre certezze, ma continuiamo a lavorare e cerchiamo di vincere la prossima partita. Mi sarebbe piaciuto giocare 11 vs 11 questa partita, ma è merito degli avversari se abbiamo giocato in inferiorità numerica. Andiamo avanti e cerchiamo di migliorare.
Abbiamo fatto girare poco la palla, con tanti errori e poco propositivi. Io non ho mai guardato l’età dei giocatori, ma la bravura. Se giocano Romagnoli ed Ely è perchè se lo meritano, ho comunque altri 4 difensori centrali. Ho dato fiducia ad Ely e Romagnoli perchè la meritano, perchè li vedo lavorare tutti i giorni. Non giudico un giocatore per una partita. So a che cosa vado incontro. Magari all’inizio un giocatore giovane all’inizio può avere qualche problema, ma poi in prospettiva può diventare più forte di quello esperto.
Noi sappiamo dove e come dobbiamo intervenire. Vedremo cosa si riesce a fare. Questa partita abbiamo sofferto in mezzo, ma non è detto che dobbiamo cambiare in questo reparto. Abbiamo idee chiare sul da farci, non c’è da raccontarle.
La Fiorentina la conoscevamo e sapevamo come avremmo giocato. Cambiano molti sistemi di gioco in una gara. Come detto fino al 35′ potevamo e dovevamo fare di meglio. Fino a quel momento avevamo avuto un occasione a testa, poi abbiamo subito l’inferiorità numerica. Nessuno è contento per aver perso. Il calcio è bello solo quando si vince. Abbiamo le nostre certezze, abbiamo margini di miglioramento. Non facciamoci prendere dall’ansia e continuiamo a lavorare per migliorarci.
L’accoglienza dei tifosi fiorentini? Mi aspettavo di peggio alla fine, sono stato fischiato solo all’entrata in campo.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5987 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.