Tweet del Papa: leggere ogni giorno il Vangelo per seguire Gesù

Portate il Vangelo “nella borsa, in tasca. Leggete un passo ogni giorno. Vi farà bene, fatelo!”. Lo abbiamo sentito tante volte Papa Francesco ripetere questa esortazione: “Quando sei triste, prendi la Parola di Dio, leggila” e ti darà consolazione e gioia. Nel Vangelo – spiega il Papa – Gesù “riaccende nei nostri cuori il calore della fede e della speranza”. Perché in quella Parola è “proprio Gesù” che “ci parla”. Non si tratta di una parola semplicemente “umana” o “filosofica”, magari convincente: “no, è un’altra cosa”. “La Parola di Dio è Gesù, Gesù stesso”: questa “è la forza della Parola di Dio: Gesù Cristo”.




Papa Francesco spiega come ricevere la Parola di Dio: non tanto per imparare, ma “per trovare Gesù”. Se c’è un vero ascolto della Parola, c’è un vero incontro con Gesù e questo incontro trasforma il cuore, cambia la vita. Occorre però ascoltare “con il cuore aperto, con il cuore umile” perché Gesù è venuto così, in umiltà, è venuto in povertà”.

C’è poi l’invito a non commettere un errore: ascoltare la Parola di Dio come “una cosa interessante”, far dipendere la propria fede dalla predicazione stimolante di qualche sacerdote. No, la fede, come dice San Paolo, se è vera, è fondata sulla potenza di Dio e non sulla sapienza umana: “anche noi – osserva il Papa – se vogliamo ascoltare e ricevere la Parola di Dio, dobbiamo pregare lo Spirito Santo” perché ci doni “un cuore come è il cuore delle Beatitudini” che ci fa trovare con semplicità in quella Parola “Gesù vivo”. “Allora, il buon seme” porterà “frutto”.
(Da Radio Vaticana)

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 8630 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.