3 dicembre 2016

Ladispoli – Sversamento, il ritardo dell’intervento provocato dal mancato avvio del sistema di allarme

 

La verifica interna effettuata dalla Flavia Acque ha evidenziato che il ritardo nell’intervento presso l’impianto di via del Ghirlandaio è stato provocato dal mancato avvio del sistema di allarme, sistema presente in tutte le 47 pompe di sollevamento presenti sul territorio di Ladispoli e Marina di San Nicola.

Fatta questa premessa confermiamo che la Flavia Acque è una delle società partecipate di eccellenza in tutta la Regione Lazio. Distribuisce acqua alla città ad un prezzo inferiore del 49% rispetto alla media italiana e gestisce con propri tecnici il depuratore più grande presente a nord ovest di Roma. Ladispoli è l’unica città dello stesso territorio che depura tutto quello che viene immesso nella rete fognaria. Per quanto riguarda la situazione finanziaria la Flavia Acque è l’unica società partecipata tra Roma e Civitavecchia che negli ultimi dieci anni ha chiuso i bilanci sempre in pareggio.

La Flavia Acque è gestita da un Consiglio di amministrazione e da un direttore generale: tra loro ci sono un laureato in giurisprudenza, uno in architettura e uno in economia: l’età media è di 40 anni. Sono coordinati da un imprenditore di grande esperienza. Sempre per quanto riguarda recenti affermazioni pubblicate su alcuni siti è falso che la Flavia abbia una situazione debitoria nei confronti del Consorzio San Nicola ma è vero esattamente il contrario: ha una situazione creditoria e quindi deve ricevere soldi.

About Giovanni Soldato 2949 Articoli
Giovanni Soldato, specialista della fotografia.... secondo lui, ottima penna sia in ambito sportivo ma soprattutto nell'ambito dei motori. Nato a Barberino del Mugello appena ha tempo mette le due ruote in pista. Collaboratore de Il Tabloid cura la provincia di Latina, le notizie nazionali e dall'estero.