4 dicembre 2016

Roma – Rissa tra magrebini per lo spaccio, altri sei pusher arrestati tra Testaccio e Termini

Nel corso di un servizio antidroga, disposto dal Comando Provinciale di Roma per il periodo di ferragosto, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro supportati dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno arrestato per rissa aggravata, 4 cittadini del Marocco, di età compresa tra i 20 e 28 anni, tutti disoccupati e già noti alle forze dell’ordine.

I militari, in abiti civili, stavano svolgendo un servizio antidroga nella zona compresa tra piazza Farnese, Campo de Fiori e via dei Pettinari, quando nei pressi di Pone Sisto, hanno notato due cittadini magrebini discutere animatamente. Al passaggio di un auto delle forze dell’ordine, sul Lungotevere dei Tebaldi, i due hanno desistito e si sono allontanati per non farsi notare.

Subito dopo i due sono ricomparsi sul posto, questa volta accompagnati entrambi da alcuni connazionali, una dozzina circa in tutto, sono scesi sulla banchina del fiume Tevere dove hanno iniziato a colpirsi con calci, pugni e con bottiglie di vetro raccolte a terra.

Nel frattempo i militari in borghese sono intervenuti assieme a diverse pattuglie del Nucleo Radiomobile giunte in supporto ai militari in borghese e nel fuggi, fuggi generale sono riusciti a bloccare 4 di loro. Un 25enne, è stato subito soccorso dai militari e dai medici del 118, perché presentava una vistosa ferita al collo provocata da un coccio di bottiglia, portato in codice rosso al pronto soccorso dell’Ospedale Santo Spirito e stato operato d’urgenza nella notte. I medici gli hanno estratto un frammento di vetro. Ora si trova ricoverato ma non in pericolo di vita.

Nel corso della rissa alcuni di loro all’arrivo delle pattuglie dei Carabinieri sono stati notati gettare degli involucri sul fiume Tevere che sono stati portati via dalla corrente.

Sempre nella notte i Carabinieri della Compagnia Roma Centro nel corso dei controlli antidroga hanno arrestato altri 4 spacciatori nella zona di Testaccio e altri 2 nell’area della Stazione Ferroviaria di Termini, sequestrate numerose dosi di droga tra hashish e cocaina e diverse centinaia di euro, provento dell’illecita attività di spaccio. Due acquirenti italiani nel corso dei controlli sono stati denunciati a piede libero poiché hanno aggredito i militari nel tentativo di non essere identificati. Dovranno rispondere di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.