11 dicembre 2016

Il ritorno di Maurizio Bottalico

Per i piloti la pista è l’unico luogo dove il proprio estro e la propria arte trovano gli spazi ideali per esprimersi al meglio. L’asfalto del circuito è una sorta di grande tela da dipingere con le ruote della moto mentre i cordoli sono le cornici che delimitano le fantasie dei polsi destri.

11855431_10205740876174383_1404084634_nPer un’artista come Maurizio Bottalico, il tracciato è linfa vitale, elisir di lunga vita, nutrimento necessario per continuare ad affrontare le sfide quotidiane. Purtroppo tre mesi fa una operazione alla spalla destra lo ha tenuto lontano dalle competizioni, il proprio elemento naturale. Oggi, dopo un’attesa dal sapore infinito, è ritornato in pista per dipingere nuove opere. L’autodromo Gianni De Luca di Airola ha fatto da battistero della stagione 2015: “Insieme – spiega il rider napoletano – ai tecnici del Team MB#40 abbiamo svolto una sessione di test per acquistare di nuovo il ritmo gara. In particolare il lavoro è stato dedicato alla messa a punto delle sospensioni e dell’erogazione del motore della mia motard. Loris Oliva e Alex Motorsport hanno raccolto i dati raccolti ed hanno effettuato interventi che si sono dimostrati subito efficaci. Il 46,3 stampato con pneumatici usati testimonia la bontà della direzione intrapresa”.

Altro aspetto da curare e recuperare è quello fisico: “Purtroppo – dice Bottalix 40 – il tipo di infortunio che ho patito richiede una degenza lunga. Per mia fortuna il post operatorio è stato buono ed ho ripreso ad allenarmi in palestra da circa tre settimane. E’ normale che non sia al massimo della forma, ma sono convinto che anche attraverso dei turni in pista potrò raggiungere prima la condizione ottimale. Mio intento è rientrare nel circus della velocità, magari con delle gare già in autunno. A darmi una spinta ulteriore sono gli sponsor Guidare&Pilotare Moto, Hatlex, You Biker, Veneroso Gomme, Effetti Racing Graphics, Bike.it, Five5 e Mc 990 Sp i quali hanno ribadito piena fiducia nei miei progetti di pilota ed istruttore”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5996 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.