3 dicembre 2016

Cupinoro – Il Forum Ambientalista esprime la propria solidarietà all’attivista Paolo Simonini

Il Forum Ambientalista esprime tutta la propria solidarietà all’attivista Paolo Simonini, da 18 giorni in sciopero della fame davanti alla discarica di Cupinoro per chiedere che ne venga decretata la chiusura e relativa bonifica, senza la realizzazione di ulteriori impianti inquinanti.

Seguendo da sempre, seppur da lontano per questioni logistiche, la vicenda della discarica di Cupinoro e concordando pienamente con le richieste di Paolo,  riteniamo doveroso rendere noto che la Procura della Repubblica di Civitavecchia, a seguito delle inchieste avviate sulla base di diversi esposti e denunce di comitati, associazioni e cittadini, ha chiesto il rinvio a giudizio per Marchesi Marcello, Sanna  Marco, in qualità di, rispettivamente, legale rappresentante della Bracciano Ambiente Spa, gestore della discarica e direttore dei lavori e di Signore Vanessa in qualità di capo pro tempore dell’area Sportello Unico per l’edilizia urbanistica del Comune di Bracciano.

Diversi i reati contestati che vanno dal aver effettuato sbancamento del terreno, riporto dello stesso e deposito di materiale di escavazione nell’area denominata Ex Cava Vaira senza la prescritta autorizzazione paesaggistica, alla collocazione in discarica di rifiuti senza trattamento, al rilascio del permesso di costruire senza che fosse rilasciata preventivamente l’autorizzazione paesaggistica.

Inoltre la Procura, ipotizzando anche il reato di traffico illecito di rifiuti, ha inviato per competenza alla Direzione Distrettuale Antimafia di Roma  uno stralcio dell’inchiesta.

Nell’esprimere tutto il nostro apprezzamento per l’approfondito lavoro della Procura, auspichiamo che i risultati raggiunti non siano inficiati dai lentissimi tempi della giustizia e che rappresentino, al contrario, in tempi stretti l’inizio della fine di quello scempio che la discarica di Cupinoro ha rappresentato per tutto il territorio.