3 dicembre 2016

Monte Mario – Rocambolesco inseguimento per le strade del quartiere, fermato un borseggiatore

Erano da poco passate le otto di ieri mattina quando, alla vista della pattuglia del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato, impegnato nel servizio “ad alto impatto”, il conducente di un’auto in transito ha repentinamente aumentato la velocità, cercando di dileguarsi nel dedalo di stradine che caratterizzano la parte alta di via della Camilluccia.

La manovra non è sfuggita agli agenti che, aiutandosi con i segnali acustici e luminosi, hanno intimato l’alt al conducente della berlina; quest’ultimo, per tutta risposta, ha aumentato ulteriormente la velocità e percorso contromano buona parte di via Stresa.

L’operatore alla guida dell’autovettura della Polizia ha mantenuto il sangue freddo anche quando il fuggitivo, con una manovra quanto mai pericolosa, ha colpito volontariamente uno scooter parcheggiato, facendolo finire contro la volante. L’autista della pattuglia, impegnato nel difficile compito di bilanciare l’esigenza di assicurare un malfattore alla giustizia con quello di garantire la sicurezza dei pedoni e degli altri automobilisti, è rimasto “incollato” all’auto in fuga.

Dopo aver percorso in senso contrario la via olimpica, il fuggitivo, vistosi ormai perso, ha bloccato la corsa dell’auto nei pressi della curva nord dello stadio ed ha tentato inutilmente di scappare a piedi verso il fiume.

Dopo alcune centinaia di metri è stato bloccato dagli agenti di un’altra volante che era sopraggiunta in appoggio; prima di essere ammanettato, B.C.P 23enne di nazionalità peruviana ma nato e cresciuto nella Capitale, ha colpito con calci e pugni i poliziotti nel disperato tentativo di sottrarsi all’arresto.

Subito sono iniziate le indagini per capire il perché di una fuga che ha messo in pericolo la vita dei cittadini, degli agenti e dei fuggitivi stessi.

Nell’arco di poche ore, gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine e gli investigatori del Commissariato Ponte Milvio, hanno accertato che, usando uno stratagemma, aveva appena derubato una donna in via Igea. Gli operatori hanno recuperato la borsa rubata e l’hanno restituita alla vittima.

L’uomo fermato è stato dichiarato in arresto e dovrà rispondere di una lunga serie di reati, tra i quali l’aver condotto l’autovettura senza aver mai conseguito la patente.