7 dicembre 2016

Biaggi leader del venerdì dopo la pioggia del secondo turno

Davies nuovamente in splendida forma, i piloti KRT inseguono da vicino.

La prima giornata di attività in pista per il Pirelli Malaysian Round ha visto i piloti del Campionato Mondiale eni FIM Superbike affrontare il Sepang International Circuit in quasi tutti i tipi di condizioni di pista. Dopo un primo turno di libere disputato sull’asciutto, infatti, la pioggia ha fatto capolino sul tracciato malese, terminando definitivamente solo a pochi minuti dall’inizio della seconda sessione.

Nei 45 minuti conclusivi di questo venerdì, i piloti hanno potuto provare non solo le rispettive moto in configurazione da bagnato, ma nel finale hanno anche sperimentare il tracciato in condizioni miste, riuscendo a migliorare drammaticamente i propri riferimenti nei minuti conclusivi, con Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team) il più veloce delle FP2 grazie al crono di 2’11.300.

Nel combinato dei tempi, rimasto invariato dalla mattinata, il gallese ha chiuso al secondo posto, a soli 149 dal leader Max Biaggi (Aprilia Racing Team), abile a sfruttare il set-up della RSV4 RF già trovato nei test svolti settimana scorsa proprio a Sepang. Dietro al due volte iridato WorldSBK ed all’autore della doppietta a Laguna, gli alfieri del Kawasaki Racing Team Jonathan Rea e Tom Sykes hanno chiuso al terzo e quarto posto, seguiti a ruota dai portacolori Aprilia Leon Haslam e Jordi Torres, dal duo Voltcom Crescent Suzuki di Alex Lowes e Randy de Puniet e dalla coppia Pata Honda, che completa la top 10 con Sylvain Guintoli davanti a Michael van der Mark.

Il terzo ed ultimo turno di prove libere valido per l’accesso alla Tissot-Superpole di domani pomeriggio, in programma alle 9:45 ora locale, avrà nuovamente come incognita il meteo instabile della capitale Malese Kuala Lumpur.
Fonte: worldsbk.com

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.