5 dicembre 2016

Libera Napoli – Presidio Libera Campi Flegrei “Daniele Del Core

L’esperienza della Nuova Quarto Calcio è un patrimonio che appartiene alla cittadinanza e a tutti coloro che lottano contro la criminalità. La storia della squadra e le vicende che hanno portato all’affidamento ad amministratori voluti dalla Magistratura è un esempio importante per la sensibilizzazione della cittadinanza verso la costruzione di una cultura dell’antimafia. Un esempio unico che ha riscosso interesse anche a livello internazionale. In questi anni, quindi, la squadra affidata all’avvocato Luca Catalano e al dirigente unico Luigi Cuomo, ha rappresentato un punto di riferimento per tutto il movimento antimafia nazionale.

Al di là delle vicende amministrative e quelle relative all’affidamento del campo sportivo, Libera Napoli e il presidio di Libera nei Campi Flegrei “Daniele Del Core” ritengono opportuno lanciare un appello alle istituzioni, alla cittadinanza e al tessuto associativo ed imprenditoriale di Quarto.

Chiediamo che l’esperienza della Nuova Quarto Calcio non debba concludersi ma, anzi, essa debba continuare con lo stesso entusiasmo e sostegno avuto nei primi anni di attività sociale ed agonistica. Quarto in questa fase storica, dopo lo scioglimento per infiltrazioni camorristiche del precedente Consiglio Comunale, sta vivendo un rinnovamento amministrativo che è oggetto di attenzioni. La squadra quindi non può, proprio adesso, essere messa da parte. Sarebbe auspicabile puntare di nuovo sul progetto di azionarato popolare.

Abbiamo sollecitato i livelli nazionali di Libera, compreso don Luigi Ciotti, per intervenire sulla questione e dare, oggi più che mai, il nostro contributo per il continuo di questa esperienza.

La Nuova Quarto Calcio ha dimostrato, anche sul campo, che con la legalità si vince sempre. È necessario adesso dimostrare che la legalità si sostiene sempre soprattutto quando chi è dalla parte della giustizia è in sono difficoltà.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5947 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.