9 dicembre 2016

Commercio estero: a giugno in calo le esportazioni -1,6%, ma bene l’import +5,4

A giugno 2015 le esportazioni verso i paesi extraeuropei calano dell’1,6 rispetto al mese precedente, mentre le importazioni extra Ue crescono del 5,4%.

Lo rileva l’Istat, che registra, per il secondo trimestre una dinamica congiunturale ”lievemente positiva” dell’export con un aumento dello 0,5% dovuto al boom dei prodotti energetici (+33,7%).

Nel confronto con giugno 2014 le vendite estere sono in ”marcata crescita” (+9,1%), condizionate da effetti di calendario. Al netto di questi, il progresso è del 5,6%.

Il calo congiunturale delle esportazioni investe tutti i raggruppamenti principali di beni, a eccezione dell’energia (+12,3%). I beni di consumo durevoli (-5,3%) e i beni strumentali (-3,2%) presentano la flessione più marcata.

La crescita congiunturale dell’import, estesa a tutti i comparti, è particolarmente accentuata per i beni strumentali (+13,5%) e l’energia (+6,7%).

Nel primo semestre 2015 entrambi i flussi commerciali presentano una crescita tendenziale, più sostenuta per le esportazioni (+6,6%) che per le importazioni (+1,3%). Al netto della componente energetica (-22,8%), si rileva per l’import un tasso fortemente positivo (+13,5%).

A giugno si registra un avanzo commerciale di +2,3 miliardi di euro. Nel primo semestre 2015, il saldo con i paesi extra Ue raggiunge +13,9 miliardi, a fronte di +9,3 miliardi registrati nello stesso periodo del 2014.

Nei primi sei mesi dell’anno il surplus nell’interscambio di prodotti non energetici è di +29,4 miliardi (+30,5 miliardi nel 2014).

Nel mese di giugno 2015, i mercati di sbocco più dinamici sono Turchia (+27,1%), Stati Uniti (+23,4%), Giappone (+14,8%) e Svizzera (+9,1%); le vendite verso la Russia (-25,3%) sono invece in forte calo.

Le importazioni da ASEAN (+33,7%), EDA (+32,6%), Stati Uniti (+25,2%) e Turchia (+20,4%) sono in marcata espansione, mentre si registra un forte calo dalla Russia (-11,2%).

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5987 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.