7 dicembre 2016

Artena – Applausi per gli “Stadio” e per la donazione di un defibrillatore

 

Area concerti stracolma a Colubro, frazione di Artena (Roma), per il concerto degli “Stadio” organizzato nel quadro dei festeggiamenti dedicati a San Giovanni Battista: una folla appassionata ed entusiasta che ha più volte accompagnato con cori i pezzi del Gruppo.

Verso la fine dell’esibizione, il leader degli “Stadio”, Gaetano Curreri, ha proposto una riflessione sull’importanza della memoria verso le persone che non sono più con noi; ha ricordato Lucio Dalla e poi la vicenda di Lorenzo, un ragazzo di 19 anni deceduto tre anni fa per arresto cardiaco improvviso; ha parlato del coraggio della mamma, Rossella Lorenzotti, che, dopo la disgrazia, ha costituito il comitato “Facciamo ripartire il cuore – Lorenzo Marcucci – ONLUS” con lo scopo di diffondere i defibrillatori e la conoscenza “popolare” delle manovre di rianimazione cardiopolmonare.

Poi ha chiamato sul palco il vicepresidente del Comitato, Giorgio Lo Surdo, e il sindaco di Artena, Felicetto Angelini, accompagnato dall’assessore Alessandra Bucci. Lo Surdo aveva con sé un defibrillatore, ha spiegato brevemente l’importanza di questo prezioso strumento salvavita per la sopravvivenza di chi è colpito da arresto cardiaco improvviso, e infine lo ha consegnato a Curreri perché, a nome del Comitato, lo donasse al Sindaco per la cardioprotezione della comunità artenese. Angelini ha ringraziato rivolgendo, anche lui, un pensiero di stima e riconoscenza verso la mamma di Lorenzo.

Il pubblico ha sottolineato i diversi momenti di questo breve “fuoriprogramma” con molti commossi applausi. Poi Curreri, dopo aver ricordato anche Armando, un giovane di Artena pure vittima recente di arresto cardiaco improvviso, ha significativamente dedicato alla memoria il pezzo “Chiedi chi erano i Beatles”.

“Al di là dell’emozione – ha dichiarato Rossella Lorenzotti, presidente del Comitato – di ricordare mio figlio Lorenzo con gli Stadio, di cui era appassionato, questa bellissima serata ha contribuito a far conoscere a tante persone l’importanza di educare la popolazione al primo soccorso e all’uso del defibrillatore. Ringrazio Gaetano Curreri, i suoi musicisti, la Personal Manager, Laura Cordischi, il Tour Manager, Antonio Danese che hanno reso possibile tutto questo con tanta affettuosa partecipazione. Grazie anche al Sindaco, all’amministrazione comunale di Artena e al Comitato organizzatore della festa di San Giovanni, per l’attenzione che ci hanno dedicato”.