4 dicembre 2016

Un Davies inarrestabile pone il sigillo su una storica doppietta Ducati a Laguna Seca

Sykes precede nuovamente Rea, Torres quarto davanti ad Haslam.

Chaz Davies ha scritto un nuovo capitolo nella storia Ducati nel Mondiale Superbike, involandosi indisturbato verso la doppietta in gara al Mazda Raceway Laguna Seca, la sua seconda in carriera nella competizione dopo quella ottenuta nel 2013 ad Aragon. Per la Casa di Borgo Panigale si tratta del primo doppio successo da Imola 2012 (fu l’allora Campione del Mondo in carica Carlos Checa a monopolizzare il podio) nonché il primo dell’era Panigale. La seconda corsa di giornata per il gallese è stata quasi una fotocopia della precedente, vista la perfetta partenza dalla pole position e l’irresistibile progressione fino alla bandiera a scacchi.

Grazie alla sua settima affermazione in carriera, Davies consolida la terza posizione in classifica generale già ottenuta al termine di gara 1, avvicinandosi al pilota attualmente al secondo posto, Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), in grado ancora una volta quest’oggi di precedere il compagno di squadra Jonathan Rea, che completa nuovamente il podio di gara.

Battaglia spettacolare anche in casa Aprilia, con Jordi Torres abile ad avere la meglio sul compagno di squadra Leon Haslam per la quarta posizione grazie ad uno spettacolare sorpasso al penultimo giro. Buon sesto posto per Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia) che, con Michael van der Mark (Pata Honda World Superbike), Niccolò Canepa (Althea Racing Ducati), Leandro Mercado (Barni Racing Ducati) e Leon Camier (MV Agusta Reparto Corse) completa la top 10.

Se da una parte Ducati gioisce per la doppietta di Davies, dall’altro lato del box Davide Giugliano è stato protagonista di una spettacolare caduta alla curva 6 nel corso del terzo giro e, per questo motivo, è stato trasportato al centro medico del circuito per accertamenti.

Gara sfortunatissima per il tutt’ora Campione del Mondo in carica Sylvain Guintoli (Pata Honda World Superbike), che nulla ha potuto per evitare Alex Lowes (Voltcom Crescent Suzuki) quando quest’ultimo ha deciso per un repentino rientro ai box per un cambio gomme che si è comunque rivelato più che avventato, visto che la pioggia scesa nei minuti precedenti è andata velocemente scemando.

Dopo nove round e nonostante gli otto punti persi, Rea resta saldamente al comando della classifica con 125 punti di vantaggio su Sykes, 144 su Davies e 200 ancora da assegnare: il Mondiale Superbike tornerà in pista il prossimo 2 agosto a Sepang per il decimo e quart’ultimo round della stagione.

Fonte: worldsbk.com

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5933 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.