11 dicembre 2016

Capidoglio – Dimissioni Nieri, le reazioni dei politici

Ignazio Marino: Da quando due anni fa abbiamo iniziato la nostra comune esperienza in Campidoglio, gli attacchi pretestuosi quanto violenti, le polemiche artificiose nei confronti di Luigi Nieri non sono mai mancati, fino a raggiungere una intensità umanamente difficile da sopportare. Luigi ora mi ha comunicato la sua decisione di volersi sentire libero, per rispondere con tutta la forza necessaria alla continua delegittimazione di cui è bersaglio.

Per prima cosa voglio dire che Luigi Nieri è una persona leale e di specchiata onestà, un gentiluomo dai comportamenti inappuntabili, un amico dell’età adulta (legami più difficili da costruire), un compagno di squadra perfetto che sa sempre far prevalere l’interesse generale della città a ogni altra ipotesi. In moltissime occasioni ha affrontato con me decisioni difficili ma storiche per la città tenendo contro delle idee e della visione piuttosto che degli equilibrismi partitici. Inoltre, nonostante i dossier delicati affrontati Luigi non è mai stato coinvolto nelle indagini che in questi mesi hanno toccato l’amministrazione. Posso affermare con orgoglio ed emozione che abbiamo avviato un cambiamento di Roma basato in gran parte sulle idee, la storia e le capacità di una persona straordinaria come Luigi. Oggi comprendo la sua amarezza. Parleremo insieme nelle prossime ore per affrontare ogni problema”.

Alfonso Sabella: “Un gentiluomo di altri tempi con il profilo di un moderno statista. Un amore viscerale per la sua città, coniugato con il suo sano strabismo a favore dei più deboli e indifesi. Questo è Luigi Nieri. Una persona leale e onesta a cui certamente mancherà l’amministrazione attiva, anche se non smetterà di dare il suo contributo importante per l’affermazione in questa complicata città dei valori in cui ha sempre creduto e che ha sostenuto. Ma sarà soprattutto a Roma che mancherà Luigi Nieri. E anche a me”.

Marta Leonori: “Sono molto rammaricata dalla scelta di Luigi Nieri. È stato in questi mesi di intenso lavoro un buon compagno di percorso con cui avere un leale rapporto di confronto e sincera stima. Abbiamo condiviso le battaglie per i diritti e un forte amore per la città. Per questo mi dispiace che abbia deciso di dimettersi e apprezzo, però, un gesto di estrema coerenza politica e umana che rafforza la determinazione di proseguire nell’opera di profondi e radicali cambiamenti di cui Roma ha estremo bisogno e che insieme a Marino continueremo a portare avanti”.

Paolo Masini: “Ho appreso con rammarico la notizia della decisione di Luigi Nieri di rassegnare le proprie dimissioni. Con Luigi ho condiviso in questi due anni in giunta scelte coraggiose di cambiamento della città e dell’amministrazione, tra cui nei mesi scorsi un decisivo percorso di tessitura del confronto tra l’amministrazione e il personale capitolino, che ha portato all’accordo con i sindacati sulla riforma del settore delle politiche educative e scolastiche. Lo ringrazio per l’impegno messo in questo importante cammino, i cui risultati continueranno a vedersi”.

Maurizio Pucci: “Esprimo rammarico per le dimissioni di Luigi Nieri, non toccato da alcun provvedimento giudiziario. A lui voglio confermare i miei sentimenti di profonda stima e amicizia. Il suo gesto, non richiesto e non dovuto, ne conferma la statura politica e umana, e la sensibilità istituzionale e ci sprona a rilanciare con maggior forza la battaglia per la moralizzazione della nostra città al fianco del sindaco Marino”.

Estella Marino: “Immagino che la scelta di Nieri sia stata difficile e mi dispiace che alla fine sia stata presa. Rispecchia, comunque, l’ottica di servizio per la città  che ha caratterizzato il lavoro di Luigi in questi due anni. Lavoro duro e faticoso per raggiungere l’obiettivo di cambiare Roma. Ancor più difficile se alle ore di lavoro diurne e notturne, penso solo al grande sforzo fatto sul tema del contratto decentrato e di tutte le questioni riguardanti il lavoro e le vertenze occupazionali, si sommano continui attacchi strumentali.
Adesso abbiamo ancor più il dovere di continuare con determinazione proprio il progetto di cambiamento di cui la città ha bisogno in questo momento”.

About Giovanni Soldato 2970 Articoli
Giovanni Soldato, specialista della fotografia.... secondo lui, ottima penna sia in ambito sportivo ma soprattutto nell'ambito dei motori. Nato a Barberino del Mugello appena ha tempo mette le due ruote in pista. Collaboratore de Il Tabloid cura la provincia di Latina, le notizie nazionali e dall'estero.