3 dicembre 2016

Caldo: Coldiretti, furto angurie è nuovo business criminalità

Il grande caldo alimenta un nuovo business della criminalità con frequenti e ripetuti furti di angurie portate via dai campi con camion o prelevate dalle serre con conseguenti danni alle strutture. A lanciare l’allarme è la Coldiretti che nelle zone piu’ colpite ha chiesto l’intervento del Prefetti. L’aumento della domanda di frutta fresca per combattere l’afa africana – sottolinea la Coldiretti – ha suscitato l’interesse di bande organizzate che cercano di fare affari sul lavoro degli agricoltori e sulle sofferenze degli italiani. Il consiglio è quello di preferire rivenditori autorizzati o meglio ancora di rivolgersi direttamente agli agricoltori nelle fattorie o nei mercati di Campagna Amica. Il fenomeno – spiega la Coldiretti – è favorito dalla situazione di isolamento delle campagne dove nel tempo si sono ridotti i presidi pubblici a garanzia della sicurezza. Per questo dove si sono verificati ripetuti episodi sono stati chiesti maggiori pattugliamenti nelle zone rurali con una più massiccia presenza delle forze dell’ordine nelle campagne. La criminalità nelle campagne – conclude la Coldiretti – è un fenomeno in preoccupante espansione con la presenza di bande di malviventi che battono ormai sistematicamente le aree rurali e rubano ciò che trovano, dagli ortaggi alle piante, dal carburante agli attrezzi agricoli e trattori.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5930 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.