5 dicembre 2016

Wunderland, la città in miniatura più grande del mondo

Ad Amburgo c’è Wonderland, la più grande città in miniatura mai realizzata, un vero e proprio emblema per tutti gli appassionati di accessori modellismo

Il modellismo è una vera passione che interessa in egual misura sia bambini che adulti. Ultimamente è stato ampiamente utilizzato nelle scuole e negli istituti come attività ricreativa da proporre alle famiglie per facilitare l’interazione tra genitori e figli e come gioco per svilupparne la manualità.

A testimonianza del crescente successo del modellismo, ci sono sempre più siti dedicati alla vendita di accessori da modellismo e dei video tutorial a tema. Ne è un esempio il sito di Conrad.it, specializzato nella vendita online di elettronica e di accessori modellismo.

Il fenomeno riguarda ampiamente tutta Europa e la città di Amburgo sembra essersi aggiudicata il primato per la realizzazione della città in miniatura più grande mai realizzata al mondo.

Gli autori di questo capolavoro sono due fratelli gemelli, che hanno dedicato anni e anni a questo lavoro di precisione e pazienza che tanto amano.

Si tratta del plastico urbano più grande al mondo, si chiama “Miniatur Wunderland”, ed è visitabile 365 giorni all’anno. Wunderland è divenuta in pochi anni una delle principali attrazioni turistiche della città tedesca.

Misura la bellezza di 150 metri quadrati, ed è diviso in diversi settori che riproducono fedelmente le varie zone di una città, comprese le attività che in esse si svolgono.

Particolarmente degno di nota è l’aeroporto, che prende il nome di Knuffingen, e che ha richiesto 6 anni di lavoro e 3,5 milioni di euro di spese.

Proprio come uno scalo aeroportuale vero, possiede proprio tutto: terminal, parcheggi, stazione ferroviaria e, naturalmente, una pista di 14 metri, dove gli aerei effettuano circa 500 decolli e atterraggi al giorno.

I modellini sono motorizzati, si muovono nello scalo con un sistema di controllo: al decollo due stanghe di metallo si inseriscono nei modelli e li sollevano al giusto angolo. Gli aerei “volano” fino a scomparire, attraverso una tenda, nel retro, da cui compaiono quelli in atterraggio.

“Tutto è stato curato nei minimi dettagli, proprio come fossimo di fronte ad un aeroporto vero. Sono state inserite circa 15.000 figurine, all’imbarco, oppure in attesa nei bar dell’aeroporto. Proprio come in tutte le città del mondo, anche Wunderland vede l’alternanza tra il giorno e la notte: così nel complesso e sulle piste si accendono 315.000 luci al led!!. Commenta così Filippo Mattioli, Marketing Manager Conrad Italia, realtà specializzata nella vendita online di accessori per il modellismo ed esperto del settore.

Oltre alla ferrovia in miniatura (con 930 convogli diversi) il plastico ospita una rappresentazione del Grand Canyon e delle Montagne Rocciose degli Stati uniti, una ricostruzione dei paesaggi scandinavi, con acqua vera e navi telecomandate, e splendidi paesaggi alpini. Non poteva mancare anche una realistica ricostruzione di Amburgo e di alcuni luoghi della Germania. Il Miniatur Wunderland, che si trova vicino al porto nel centro di Amburgo, è un’attrattiva che attira ogni anno milioni di turisti e non solo bambini.