5 dicembre 2016

Trasferimento Ferrari in Olanda. Governo se ne lava le mani

Ho interrogato il Governo italiano per sapere se avesse un’opinione sull’annunciato trasferimento in Olanda della sede legale di Ferrari spa, che segue il passo già effettuato da FCA.

Ne ho approfittato inoltre per chiedere se si avesse notizia anche di un prossimo spostamento della residenza fiscale, dati i precedenti dell’azionista di riferimento e l’annunciata quotazione a Wall Street, che conferma l’intenzione di portare lontano dall’Italia uno dei marchi nazionali più significativi.

Ho anche sottolineato che quando FCA divenne olandese l’operazione fu giustificata con la possibilità offerta dal diritto locale di voto multiplo.

Oggi tuttavia tale opportunità è prevista anche dalla legislazione italiana e sarebbe quindi interessante capire perché si insista con operazioni di delocalizzazione del marchio.

Sono temi serissimi, che definiscono la capacità del Governo Renzi di avere un’interlocuzione adeguata con i grandi gruppi internazionali, quale oggi è a tutti gli effetti FCA.

La risposta del Governo è stata un imbarazzante silenzio sul piano politico, una totale assenza di presa di posizione, che si è ridotta alla lettura di un laconico appunto emesso dall’Agenzia delle Entrate, che annuncia la non conoscenza dell’intenzione di trasferire la residenza fiscale.

Un po’ poco, davanti a operazioni che coinvolgono il futuro e la storia dell’industria italiana.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5947 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.