2 dicembre 2016

Primavalle – Si appostavano fuori le banche e rapinavano i malcapitati, arrestati tre uomini

“Modus operandi” consolidato. Uno all’interno dell’ istituto di credito per individuare una vittima “facoltosa”, altri due complici fuori in attesa di un segnale con l’indicazione giusta per andare a “colpire”. In gergo la cosiddetta “sciampagnata”.

Sono stati gli agenti della Polizia di Stato ad interrompere le azioni di tre romani pregiudicati, bloccati proprio ieri a seguito di un altro tentativo di rapina.

La loro individuazione è stata possibile al termine di un’indagine degli investigatori del Commissariato Primavalle; negli uffici di Polizia erano infatti stati denunciati diversi episodi di rapine e scippi ai danni di persone che poco prima erano state in banca o in un ufficio postale.

Gli “avvicinamenti”, e le conseguenti rapine, ai danni dei malcapitati avvenivano però distanti dagli istituti; infatti i malviventi seguivano le vittime per poi, al momento giusto, compiere i delitti. Da giorni i poliziotti stavano effettuando un monitoraggio, con appostamenti in diversi istituti bancari e postali; proprio in questa attività investigativa avevano notato alcune persone – già note alle Forze dell’Ordine – effettuare delle “visite” apparentemente senza un motivo preciso.

Sospettando fortemente di quest’ultimi, gli agenti li hanno seguiti per capire meglio i loro spostamenti. Ieri l’evento decisivo. Intorno alle ore 13:00 infatti, uno dei tre è entrato all’interno di una banca di via Taranto, mentre gli altri due sono rimasti fuori in attesa; dopo pochi minuti l’uomo all’interno è uscito indicando ai suoi due complici una donna che stava uscendo insieme a lui.

A questo punto tutti e tre a bordo di 2 motociclette hanno atteso che la donna salisse a bordo della sua auto per poi pedinarla. Il tutto è avvenuto sotto lo sguardo dei poliziotti. La vittima si è quindi avviata con i tre rapinatori al seguito, con a loro volta gli agenti del Commissariato dietro.

Dopo pochi metri, ad un semaforo rosso, uno dei malviventi ha infranto un finestrino dell’auto su cui viaggiava la donna, prendendo la borsa posizionata sul sedile, per poi fuggire.

A questo punto l’intervento degli agenti che hanno intimato l’alt ai tre rapinatori, i quali sono fuggiti in due direzioni opposte. Inseguiti sono stati raggiunti e fermati.

Identificati per M.R., di 64 anni, D.F. di 35 e F.F. di 33 – tutti romani con precedenti di Polizia – i tre sono stati trovati in possesso della borsa della donna al cui interno c’era il denaro contante appena preso, poi restituito alla vittima.

Per i tre sono scattate le manette per il reato di rapina aggravata in concorso.

About Emanuele Bompadre 8218 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.