9 dicembre 2016

Fiumicino – Rivoluzione scuola calcio

La rivoluzione Copernicana è partita. La scuola calcio del Fiumicino cambia pelle. Dopo tre anni lascia la società Massimiliano di Giulio. Al suo posto un intero staff composto da quattro persone e uno stuolo di professionisti accanto. La novità sta qui: ci sarà un responsabile della scuola calcio, due responsabili della metodologia che quest’anno sarà incentrata sul metodo del guru della cantera del Barcellona Horst Wein, un vicepresidente del settore giovanile, una psicologa, una nutrizionista, un fisioterapista, un dentista e un oculista.

In primis – spiega il presidente del Fiumicino, Simone Munarettoil nostro ringraziamento va a Massimiliano Di Giulio. Grazie a lui in questi tre anni la scuola calcio del Fiumicino è cresciuta sia qualitativamente che quantitativamente. Purtroppo a volte le strade si separano. Dispiace, gli mandiamo un grossissimo in bocca al lupo. Lo staff? Volevamo fare un salto di qualità. Per questo abbiamo deciso di creare una squadra che seguisse da vicino la scuola calcio”.

Il nuovo responsabile sarà Giuseppe Di Pierno, a lui toccherà l’organizzazione logistica, quella dei tornei e tutto ciò che ruota attorno alla scuola calcio. Accanto avrà Gigi di Ruocco e Claudio Rutilo: si occuperanno della metodologia. Stefano Costa, vicepresidente del settore giovanile, sarà il raccordo tra società, genitori e staff.

La rivoluzione partirà dalla metodologia e dal programma. Prima novità le schede di valutazione iniziali, di medio termine e di fine corso. “Il nostro obiettivo – sottolinea il presidente Munaretto – è che tutti i bambini abbiano modo di crescere e per fare questo dobbiamo seguire da vicino il loro percorso. Il metodo che andremo a seguire sarà quello di Horst Wein. Il suo credo, ovvero quello di adattare il gioco ai ragazzi, di indurli a pensare e trovare soluzioni, sono idee in cui crediamo. La scuola calcio per noi deve essere una scuola di vita e di sport. Lavoreremo non solo sulla tecnica o sul lato atletico, ma anche sulla testa, dando modo ai ragazzi di sviluppare le loro capacità cognitive”.

Zero ansia, solo voglia di giocare. “Sarà l’altro aspetto che vogliamo utilizzare – continua Munaretto – Divertimento rispettando le regole del gioco e impegnandosi in quello che si fa. La voglia di vincere, di primeggiare non deve essere una imposizione esterna di un genitore o un allenatore. Ogni bambino dovrà trovare lo stimolo dentro se stesso, eliminando quindi le pressioni esterne e giocando con la mente libera”.

Ultima novità, più ore di gioco. “Per le categorie 2004, 2005 e 2006 almeno per tre mesi aumenteremo a tre volte a settimana gli incontri. I ragazzi dovrebbero avere modo di divertirsi tutti i giorni. Per problemi scolastici questo non è possibile, però cercheremo di dare loro la possibilità di stare il più possibile all’aria aperta. Ogni sabato poi per 50 ragazzi alla volta organizzeremo allenamenti specifici

Il nuovo staff e le nuove metodologie saranno presentate alle famiglie secondo questo calendario

– 13 luglio categoria 2004 ore 18.15
– 14 luglio categoria 2005 ore 18.15
– 15 luglio categoria 2006 ore 18.15
– 16 luglio categoria 2007/2008 ore 18.15
– 17 luglio categoria 2009/2010 ore 18.15

About Ruggero Terlizzi 2879 Articoli
Ruggero Terlizzi è il classico nerd, tecnologia, fumetti, videogames, serie tv e tutto quello che è classificabile nella categoria. È un ottimo disegnatore e ha sempre a portata di mano un taccuino dove fare qualche schizzo. Appassionato anche di auto ha tenuto la rubrica motori su Il Tabloid Motori e da settembre gestisce la rubrica Tech su Il Tabloid.it