3 dicembre 2016

Maxi sequestro nel Mediterraneo, requisite 6 tonnellate di stupefacenti

Ancora un sequestro di droga operato dai militari della Guardia di Finanza nel Mare Mediterraneo.
Un peschereccio libico è stato fermato dalle unità navali delle Fiamme Gialle a circa 27 miglia a sud di Pantelleria, con a bordo quasi sei tonnellate di sostanza stupefacente, abilmente occultata in vani creati ad hoc dai trafficanti.
L’imbarcazione sospetta è stata individuata dall’aeroplano ATR 42MP del Comando Operativo Aeronavale di Pratica di Mare, in pattugliamento aereo nel Mediterraneo centrale e ombreggiata dall’alto in modo occulto, fin quando è stata raggiunta ed abbordata da 2 Pattugliatori Veloci salpati dai porti di Cagliari e Lampedusa.
L’approfondita attività di controllo condotta dai Finanzieri, nella piena osservanza della normativa internazionale, nei locali interni del peschereccio consentiva di individuare un doppio fondo abilmente occultato nella sala macchine, dove era stivato un ingente quantitativo si sostanza stupefacente. I 6 membri d’equipaggio, un tunisino e cinque libici, sono stati posti in stato di fermo.
La complessa operazione è stata condotta in collaborazione tra la Direzione Centrale dei Servizi Antidroga (DCSA) di Roma il Comando Generale della Guardia di Finanza ed il Comando Regionale Sicilia.

Nell’operazione è stato impiegato un aereo dotato di sofisticate apparecchiature di rilevamento e unità navali d’altura che operano da lungo tempo nel contesto delle attività di vigilanza aeronavale nel Canale di Sardegna e nello Stretto di Sicilia, per il monitoraggio delle rotte commerciali, la prevenzione e repressione dei traffici illeciti verso le coste italiane e comunitarie e il contrasto all’immigrazione clandestina.
Il maxi sequestro si aggiunge a quelli già eseguiti nelle precedenti operazioni condotte dalle unità aeronavali del Comando Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza nel mare Mediterraneo che, solo nell’ultimo mese, hanno portato al sequestro di oltre 26 tonnellate di hashish e l’arresto di 25 persone.
Dopo questo ennesimo risultato, la Guardia di Finanza conferma ancora una volta il proprio ruolo di assoluto rilievo nella lotta al narcotraffico sul territorio e nel Mare Mediterraneo a tutela degli interessi nazionali e dell’Unione Europea.

About Samantha Lombardi 4006 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it