9 dicembre 2016

È febbre da padel, tra hobby, agonismo ed academy professionistiche

È scoppiata in piena regola l’epidemia da padel, sempre più giocatori stanno entrando in questo mondo fatto di racchette e palline ma anche di muri di vetro e rimbalzi. Si perchè è proprio questa la caratteristica di questo sport, un campo simile, ma più piccolo, a quello del tennis, una rete in mezzo e delle racchette che sono l’evoluzione di quelle utilizzate dal beach tennis e con materiali all’avanguardia come la fibra di carbonio.

Molti circoli italiani, davanti a tutti quelli romani, si stanno attrezzando con i campi dedicati al padel, molti addirittura sostituendo i campi di calcetto riconoscendo senza dubbio un elevato potenziale di questa disciplina. Una disciplina sportiva che arriva direttamente dal Sud America, la “leggenda” vuole che ad inventarlo sia stato un messicano, che mentre stava costruendo il suo campo da tennis nella sua villa, si accorse che le misure non c’erano e che due lati del campo erano adiacenti ad un muro, da li l’intuizione e l’invenzione del padel.

È in realtà in Spagna e in Argentina che il padel subisce la trasformazione da “gioco” a sport vero e proprio divenendo in alcune zone del Sud America e d’Europa una vera e propria disciplina sportiva.

Da noi, come in molti altri casi, è  arrivato un po’ tardi ma senza dubbio il boom da un anno a questa parte ha fatto si che non solo gli imprenditori, ma anche tante persone si sono avvicinate a questo sport, da non dimenticare calciatori come Totti, Florenzi, Felipe Anderson, Keita Baldè e molti altri.

È notizia recente che proprio in questi giorni dall’ 8 luglio fino all’ 11 luglio sarà in Italia direttamente da Madrid l’argentino Adrian Caviglia, uno degli allenatori più forti del momento, e allenatore storico di Cristian Gutierrez Albizu, campione del mondo 1998, 2006 e 2012, di Marta Ortega Gallego, campionessa di Spagna ed ex campionessa mondiale juniores, della coppia Gutierrez Poggi campione del mondo 2012, Miguel Lamperti, Maxi Gabriel e molti altri giocatori di calibro mondiale.

 e uomo di punta della Vibor, azienda famosa per la qualità delle loro racchette.

L’allenatore argentino arriverà domani per un’ academy organizzata da Roberto Capuani, a cui potranno partecipare tutti i giocatori, dai dilettanti ai professionisti del padel italiano.

Un’ occasione davvero importante per scoprire i trucchi e i segreti che utilizzano i grandi campioni durante i loro allenamenti e durante i loro match.

About Emanuele Bompadre 8283 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.