8 dicembre 2016

Fratoianni: concorsi pubblici per censo, non per merito. L’ultima trovata della ministra Madia

“L’ultima fantastica, roboante proposta arriva dal ministro Madia, all’interno della riforma della pubblica amministrazione: pare che nei concorsi pubblici non avrà peso solo il voto di laurea, ma anche l’università in cui il titolo verrà conseguito. Come dire che se uno ha la fortuna di nascere in una famiglia che se lo può permettere potrà frequentare le università più in voga e avrà sempre una marcia in più rispetto allo studente che non avrà le stesse possibilità economiche”. Lo scrive sulla sua pagina Fcebook il coordinatore nazionale di Sinistra Ecologia Libertà, Nicola Fratoianni. “Si tratta, continua, di “una selezione per censo. Si chiama merito? No – conclude Fratoianni – si chiama classismo”

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.