5 dicembre 2016

I consigli della You Biker sulla scelta di un jeans tecnico da moto

Continua il nostro percorso sulla sicurezza in moto e l’argomento di questa settimana è quello dei jeans,che purtroppo è tra quelli meno dibattuti tra i motociclisti. Gli arti inferiori sono i più esposti ai danni provocati da una caduta e nella maggioranza dei casi sono la parte meno protetta. Solo il 25% dei motociclisti, infatti, indossa un pantalone protettivo nonostante anche una banale scivolata possa causare abrasioni profonde. Questo capo tecnico, allora, può rappresentare un baluardo valido contro i pericoli dell’asfalto stradale?

A chiarirci le idee è Antonella Rea della You Biker di Napoli: “La – spiega – maggior parte dei motociclisti utilizza quotidianamente i classici jeans per andare in moto, ma è risaputo che il cotone a contatto con l’asfalto si fonda con la pelle provocando delle ustioni. Importante è, quindi, che un jeans tecnico sia realizzato con materiali resistenti all’abrasione, con elevata resistenza anche al calore ed al taglio. Un’azienda italiana, operante da 30 anni nel settore della moda, ha iniziato a produrre jeans rinforzati progettati e testati direttamente da un motociclista. L’azienda è Promo Jeans ed il materiale utilizzato è il Twaron. Un dato su tutti deve far riflettere: un normale capo in cotone resiste per mezzo secondo alla scivolata.

You BikerUno in pelle resiste circa per quattro secondi. Quelli in Twaron resistono per quasi otto secondi. Il Twaron, per intenderci, è più protettivo del Kevlar ed è usato per la costruzione di giubbotti anti proiettili. Poi ci sono le protezioni alle ginocchia ed alle anche che devono essere omologate. Esistono persino jeans in fibra di titanio”. L’omologazione del capo, più che quella delle protezioni , è un fattore fondamentale: “Le zone sensibili – sottolinea – sono i glutei, le ginocchia ed i fianchi; proprio in queste servono rinforzi. Un pantalone per essere definito omologato e/o certificato come <Protezione per motociclisti> deve aver superato quattro test. Il primo è quello per gli indumenti di protezione per motociclisti professionali, il secondo si basa sulla resistenza all’abrasione da impatto(fibre di rinforzo), il terzo sulla resistenza allo scoppio (cuciture), l’ultimo sulla resistenza al taglio.

Se supera questi test, un jeans può ottenere la marchiatura CE: senza questa certificazione la sicurezza del capo non è garantita. Ma i jeans Promo non sono solo protettivi, sono anche alla moda!! Inoltre l’innovativo sistema Promo permette la rimozione delle protezioni direttamente dall’esterno attraverso una zip laterale: è così facilissimo estrarle una volta scesi dalla moto! Stare comodi e protetti oggi si può, senza rinunciare al proprio capo preferito”. Alla You Biker sono tanti gli appuntamenti in programma: “Il 2 luglio – anticipa – ci sarà la serata a tema <T-Max uno scooter o un qualcosa di più?>. Bruno Gaipa di Radio Punto Nuovo farà da mediatore tra le diverse fazioni. In fondo è solo un pretesto per ritrovarsi, prendere un aperitivo insieme e condividere la passione che ci accomuna. Vi aspettiamo nella nostra sede in Via Scarfoglio 4/A”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5944 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.