10 dicembre 2016

Roma – Periferie, inaugurata la riqualificazione dei giardini di Largo Labia

Ieri pomeriggio il vicesindaco e assessore alle Periferie Luigi Nieri e il presidente del III Municipio Paolo Marchionne hanno inaugurato l’opera pubblica di riqualificazione, inserita nel P.R.U. Fidene – Val Melaina, relativa al completamento della realizzazione di una piazza in Largo Labia, una delle porte del Parco delle Sabine.

Il finanziamento totale dell’opera è stato di € 2.350.000,00, di cui € 1.550.000,00 di finanziamento comunale per questa seconda parte di interventi, mentre la prima parte del progetto era costata, invece, € 800.000,00.

Il progetto ha previsto:

  • Realizzazione edifici ristoro e sevizi igienici
  • Realizzazione di portali d’ingresso
  • Realizzazione della recinzione dell’area
  • Realizzazione di una fontana a pavimento
  • Realizzazione di giochi sonori
  • Realizzazione di giochi per bimbi
  • Realizzazione della recinzione delle aree giochi esterne all’intervento
  • Fornitura e posa di tavoli da pic-nic
  • Posa in opera di alberature anche di alto fusto

“La riqualificazione dei giardini e la realizzazione di una vera e propria piazza a Largo Labia sono obiettivi pubblici dell’amministrazione per dotare il quartiere di Fidene di spazi pubblici di qualità e nuovi spazi aggregativi per i cittadini. Oggi abbiamo visto completati i primi cinque ettari del parco delle Sabine, quelli realizzati con fondi pubblici, una ragione in più per pretendere il completamento dell’intero parco dovuta dai costruttori di Porta di Roma.” – ha dichiarato Paolo Marchionne.

“La progettazione di Largo Labia, nata fra il 2006 e il 2007, è stata fatta con il coinvolgimento dei cittadini quando ero assessore alle Periferie tanti anni fa. Oggi mi trovo a inaugurarlo e il cerchio si chiude, anche se avrei preferito che l’opera fosse consegnata molto prima ai cittadini. Purtroppo negli anni della precedente amministrazione gli interventi nelle periferie non hanno trovato alcuno sbocco, di qui le grandi sofferenze nei nostri quartieri più decentrati. Ma stiamo ponendo rimedio, abbiamo finalmente rimesso al centro le periferie. – ha aggiunto Nieri – L’elemento di novità nella riqualificazione di questa piazza è che si è pensato anche al problema gestionale, al dopo. Domani sarà pubblicato un avviso pubblico, da parte del Dipartimento Periferie, per individuare il soggetto che gestirà il punto ristoro presente nella piazza. Offrirà servizi, attività ricreative, culturali e didattiche, nonché attività informative sul Parco delle Sabine e iniziative di carattere ambientale. – spiega Nieri – Pensiamo all’apertura di una sorta di “social bar”, ovvero un luogo dove l’attività imprenditoriale si deve coniugare con quella sociale, con uno spazio libero di incontro a disposizione dei cittadini e uno spazio wifi gratuito. Dovrà essere un luogo senza giochi di azzardo che punti, inoltre, dal punto di vista alimentare, sulla qualità del biologico, dei prodotti a Km zero e del commercio equo. Inoltre, per prevenire eventuali fenomeni di degrado, chi si aggiudicherà la gestione del punto ristoro dovrà anche provvedere alla manutenzione dell’area circostante. Con ulteriori fondi a disposizione del Dipartimento Periferie, – conclude il vice sindaco – sarà in seguito realizzato un ‘percorso vita’ all’interno del Parco e saranno migliorate alcune attrezzature realizzate in passato dai privati.”

About Emanuele Bompadre 8294 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.