4 dicembre 2016

Grottaferrata – TARI 2015, l’amministrazione puntualizza sull’applicazione

L’Amministrazione comunale conferma le riduzioni operate sulla Tassa Rifiuti (TARI) per l’anno 2015, in linea con le Linee programmatiche proposte alla Cittadinanza in campagna elettorale ed approvate con Delibera di Consiglio comunale n. 17 del 3 ottobre 2014.

In particolare, la Giunta evidenzia che le attività commerciali non hanno subito aumenti, mentre ben 6526 utenze domestiche (pari all’80% del totale) hanno beneficiato di una riduzione sulla TARI 2015.

Rispetto alle Famiglie, la riduzione media apportata è pari al 6%. La tariffa prende in considerazione anche i componenti del nucleo familiare che sviluppa una componente fissa, suddivisa per fasce in base al numero dei componenti. Questa parte della tariffa è in linea con i parametri di legge ma determina una quantificazione dell’importo dovuto che non è direttamente proporzionale alla variazione in diminuzione alla tariffa applicata ai metri quadri. Conseguentemente, ciò ha generato inevitabili aumenti, seppure contenuti e limitati, che hanno riguardato il 20% dei locali domestici oggetto di tassazione. Gli aumenti, in media, sono pari a 9,00 euro.

L’Amministrazione FONTANA, in coerenza con gli impegni assunti, ha operato con la ferma volontà di ridurre o quantomeno non aumentare gli importi della TARI 2015. E tutto questo, nonostante il Comune di Grottaferrata sia tuttora in regime di deroga rispetto all’applicazione dei parametri fissati dal Decreto Ronchi che, ove attuati, avrebbero provocato un notevole aumento della TARI su Famiglie ed Attività Produttive rispetto allo scorso anno.

Un fattore non secondario rilevato dall’Ufficio Tributi, a parziale giustificazione della errata percezione di un aumento della tariffa, il fatto che alcuni Cittadini si sono recati in Comune, nei giorni scorsi, convinti di aver subito un aumento tariffario, benché l’importo fosse rimasto invariato o, addirittura, diminuito rispetto al 2014. Ciò è derivato dalla lettura della prima delle tre rate previste, ovviamente più alta rispetto allo scorso anno per effetto della rata in meno in applicazione del Regolamento approvato dal Commissario Straordinario, prima dell’insediamento dell’attuale Giunta (in altri termini, l’importo del 2014 suddiviso in 4 rate forniva, come ovvio, parziali minori rispetto alla suddivisione in 3 rate…).

Il Sindaco, gli Assessori ed i Consiglieri tutti, vogliono da ultimo sottolineare la valenza della Delibera di Giunta n. 86 del 5 giugno 2015, con la quale è stato approvato il Piano finanziario TARI 2015, decretando i sopraelencati effetti sulle tariffe. Ed intendono farlo, ricordando ai Cittadini che il Servizio di raccolta differenziata dei Rifiuti Urbani, avviato nel maggio 2009 in assenza di un elemento strategico come l’Isola Ecologica (o Centro Raccolta Rifiuti o Ecocentro), soffre tuttora della mancanza di tale fondamentale strumento, imprescindibile per la diminuzione dei costi del Servizio e, conseguentemente, della TARI.

L’Amministrazione comunale, evidenzia altresì che se a distanza di oltre sei anni non si ha ancora l’Isola Ecologica a Grottaferrata, le responsabilità sono in capo a chi, specie nel triennio 2010-2013, ha condotto scelte (o meglio, non scelte) che oggi, purtroppo, si scontano (Vascarelle e “dintorni”…).

Alcuni esponenti di quell’Amministrazione siedono attualmente tra i banchi della minoranza e, immemori del loro non-operato, si dilettano nel diffondere allarmismi tra la gente, paventando vertiginosi ed a loro dire inevitabili aumenti delle tariffe, oppure prospettando soluzioni suggestive (cd. “rifiuti zero”) pur consapevoli dell’impossibilità di realizzarle, anche per effetto del noto contenzioso in atto tra la Società aggiudicataria dell’appalto di gestione del Servizio raccolta RSU e la Società terza classificata.

Per quanto precede, il Sindaco e l’intera Amministrazione, nel ribadire la piena e incondizionata disponibilità degli Uffici comunali verso i Cittadini che intendano confrontarsi sulle bollette TARI o che desiderino chiarimenti sugli importi e su eventuali ulteriori possibilità di dilazionare/rateizzare i pagamenti, ricordano infine che sin dall’insediamento hanno interessato, come continuano ad interessare, la Regione Lazio per sollecitare l’approvazione della variante di PRG di cui alla Delibera n. 10/2013 del Commissario Straordinario coi poteri del Consiglio comunale, funzionale alla realizzazione di un Centro Raccolta Rifiuti in località Villa Senni, strategico per l’ottimizzazione del Servizio e, soprattutto, fondamentale per la progressiva riduzione della TARI.

Nelle more dell’approvazione regionale, sono allo studio le possibili misure volte ad incrementare la percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti, nonché ogni utile ipotesi che consenta di migliorare le procedure di pesatura delle diverse tipologie di rifiuti da conferire in discarica.

About Ruggero Terlizzi 2865 Articoli
Ruggero Terlizzi è il classico nerd, tecnologia, fumetti, videogames, serie tv e tutto quello che è classificabile nella categoria. È un ottimo disegnatore e ha sempre a portata di mano un taccuino dove fare qualche schizzo. Appassionato anche di auto ha tenuto la rubrica motori su Il Tabloid Motori e da settembre gestisce la rubrica Tech su Il Tabloid.it