9 dicembre 2016

Verbania – Multiservizi Caerite: una buona pratica da esportare

Sabato 20 e domenica 21 giugno “Italia in Comune” ha fatto tappa nel profondo nord dell’Italia: a Verbania, incantevole città sul Lago Maggiore. Sindaci, assessori e consiglieri comunali da tutta la penisola si sono confrontati sui problemi e sulle soluzioni escogitate nelle rispettive Amministrazioni.
La rete degli amministratori locali sulle buone pratiche nasce da un’idea di Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri, città che ha ospitato la prima tappa del tour, ottenendo la risposta positiva da parte dei sindaci di tutta la penisola.
Anche Cerveteri, per voce del suo Primo Cittadino, ha illustrato a Verbania una delle buone pratiche avviate dalla Giunta comunale: il risanamento della Multiservizi Caerite, una Società pubblica al 100% che al momento dell’insediamento dell’Amministrazione registrava perdite costanti tra i 500.000 e i 900.000 euro l’anno, e un debito pregresso pari a 2.000.000 di Euro. Ora, dopo il lavoro svolto, per il secondo anno consecutivo ha prodotto un utile d’esercizio, nei bilanci 2013 e 2014.
Al momento del nostro insediamento – spiega il Sindaco Alessio Pascucci – la Multiservizi Caerite era un carrozzone ricoperto di debiti, sull’orlo del fallimento. Per prima cosa, grazie al lavoro dell’Amministratore Unico Alessandro Gazzella, è stata avviata un’incisiva ed oculata manovra di spending review. La scelta di imprese locali per la fornitura di materiali, come la cancelleria o i materiali elettrici, la messa a gara di ogni singolo servizio offerto, l’istituzione del Polo Unico degli acquisti farmaceutici per i rifornimenti delle 5 farmacie comunali e l’abbattimento delle spese di affitto dei locali sono state solo alcune delle manovre che hanno instradato l’azienda sulla via del risanamento; oltre ovviamente al taglio di ogni consulenza esterna e a tutti gli sprechi in atto”.
Ma la manovra più significativa è rappresentata dal prestito oneroso di 500.000 euro accordato dal Comune di Cerveteri alla Multiservizi Caerite – prosegue il Sindaco Pascucci – un’operazione di ‘cash management’ che ha permesso alla società di sanare una consistente parte dei debiti verso i fornitori ed ottenere risparmi di oltre il 50% sugli interessi passivi. Infatti ogni anno, la Multiservizi ‘buttava’ quasi 150.000 euro dei nostri concittadini soltanto per pagare gli interessi verso i fornitori. Ma i vantaggi non sono finiti. La Multiservizi infatti, restituirà al Comune la somma in 18 mesi con un tasso di interesse del 3% minore di quello che avrebbe pagato ad una banca, e tre volte superiore a quello che la tesoreria riconosce al Comune“.
Nella prima tappa di “Italia in Comune” il Comune di Cerveteri aveva presentato altre due “esperienze virtuose” messe in campo dall’Amministrazione Pascucci: l’incremento di presenze a seguito del ritorno del Cratere di Eufronio presso il Museo Nazionale Cerite e la realizzazione della nuova Biblioteca comunale nel palazzo del Granarone, con il conseguente abbattimento degli affitti.

About Samantha Lombardi 4028 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it