Max Biaggi si conferma, suo il miglior crono del venerdì

Il secondo turno di prove libere del Mondiale Superbike al Misano World Circuit “Marco Simoncelli”, teatro questo fine settimana del PATA Riviera di Rimini Round, l’ottavo appuntamento della stagione, ha visto la riconferma la vertice del due volte iridato Max Biaggi (Aprilia Racing Team), già più veloce nel turno della mattinata.

Il pilota italiano, al ritorno in pista per la prima di due wildcard programmate in questo 2015, ha fermato i cronometri sul tempo di 1’35.380 nei minuti finali della sessione, precedendo rispettivamente di 251 e 257 millesimi i due portacolori dell’Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team, Davide Giugliano e Chaz Davies.

Buona prova per il numero 34, nonostante l’evidente situazione di forma non ideale dopo l’highside della mattinata ed un’ulteriore scivolata, occorsa a pochi minuti dal termine del turno pomeridiano. Non lontani neanche Leon Haslam (Aprilia Racing Team – Red Devils) ed i due alfieri KRT, Jonathan Rea e Tom Sykes, i quali hanno chiuso tra la quarta e la sesta posizione.

Leggermente più attardato, sebbene non eccessivamente, Jordi Torres (Aprilia Racing Team – Red Devils), settimo a precedere Leandro Mercado (Barni Racing Ducati), Alex Lowes (Voltcom Crescent Suzuki) e Matteo Baiocco (Althea Racing Ducati), che completa la top 10.

Perde sette posizioni rispetto alla prima sessione Markus Reiterberger (Van Zon Remeha BMW), caduto negli istanti conclusivi del secondo turno, dodicesimo e preceduto dall’attuale Campione in carica WorldSBK Sylvain Guintoli (PATA Honda World Superbike). Il trofeo per la caduta più spettacolare delle Prove Libere 2 va però a Christophe Ponsson (Team Pedercini Kawasaki) il quale, nonostante il volo che ha portato all’esposizione della bandiera rossa a venti minuti dal termine, non ha subito fratture: il giovane francese verrà rivisto domani dal Direttore Medico della FIM prima del terzo turno di libere, in programma alle 9:45.

Fonte: worldsbk.com

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 7202 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.