F4 Italia, 400 km per il debutto di Federico Iribarne a Imola

Sul circuito intitolato ad Enzo e Dino Ferrari di Imola Federico Iribarne, classe 1998 di Lanus (Buenos Aires) ha firmato il suo debutto assoluto in Italia e al volante della Formula 4 del team Antonelli Motorsport, portando a termine la prime delle due giornate di test programmate con oltre 400 km percorsi.

Per Federico si è trattato della prima uscita nel Vecchio Continente essendo cresciuto in Argentina dov’è impegnato nel Campionato Formula Metropolitan 2015.

Grazie alla forte amicizia che lega l’Argentina alla famiglia Minardi, accompagnato dall’ex pilota argentino Miguel Angel Guerra, seguito da vicino dal manager Giovanni Minardi e sotto l’occhio vigile di Gian Carlo Minardi, Federico si è messo in risalto segnando ottimi riscontri cronometrici, girando vicino al miglior crono firmato dall’attuale leader del campionato Guan Yu Zhou. Una giornata di apprendistato in vista della prossima uscita programma per il 23 giugno sulla pista del Mugello

E’ stata una giornata veramente molto bella e sono soddisfatto del mio risultato. Per me era tutto completamente nuovo. Macchina, team e pista. Ho avuto la possibilità di fare molti giri anche se ho trovato diverso traffico e la bandiera rossa proprio nel momento in cui ho montato le gomme nuove. Al Mugello avrò la possibilità di mettere a frutto questa esperienza per compiere un ulteriore passo in avanticommenta Federico Iribarne

Sono rimasto veramente sorpreso dal lavoro svolto da Federico. Si è trattato di un debutto assoluto su una pista impegnativa come Imola. E’ riuscito a migliorarsi giro dopo giro fermando il cronometro sull’ 1.47.7. Purtroppo ha trovato traffico e appena montato il nuovo set di gomme sono state esposte le bandiere rosse. Diversamente avrebbe potuto abbassare ulteriormente il suo riscontro. Sono molto fiducioso in vista delle prossima uscita in programma su un’altra pista selettiva come il Mugelloanalizza il manager Giovanni Minardi

loading...
Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 8026 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.