7 dicembre 2016

Pallavolo – Volley Fiumicino, a Mario Miccheli il compito di far crescere le giovani promesse

Continua la riorganizzazione tecnica della Volley Fiumicino, annunciato il nuovo allenatore dell’ under 17 Maschile.  Si tratta di Mario Miccheli che lascia la guida della prima divisione femminile chiudendo un fantastico ciclo. Mario in più anni e stato fondamentale per ricostruire i numeri del settore femminile e far risalire il livello tecnico, il suo lavoro partito proprio dal giovanile ha permesso a molte ragazze di crescere fino a potersi togliere la soddisfazione di diventare, sotto la sua guida, campionesse provinciali nella categoria Under 18 promozionale. Quest’anno accumulando ancora tanta esperienza nel campionato di prima divisione femminile le ragazze sono arrivate fino a disputarsi l’accesso alla fase finale del campionato under 18 elite.

Ottimo piazzamento quello ottenuto che, oltre a consolidare il lavoro svolto fino ad ora,  ha gettato le basi per un ulteriore salto di qualità che questo gruppo dovrà fare nella prossima stagione.

Come tutti i progetti anche quello di Coach Miccheli ha avuto un inizio ed una fine, alla ricerca di nuovi stimoli  e di un altro gruppo a cui trasmettere tutta la sua passione per questo sport e farne maturare le potenzialità, Mario ha accettato con entusiasmo la nuova sfida lanciatagli dalla Presidente Nadia Miotto.

Scelta ponderata che risponde all’esigenza di far maturare tecnicamente questi giovani ragazzi sotto la guida di un allenatore esperto e preparato che speriamo riesca a bissare i successi ottenuti nel femminile, creando, grazie alle sue doti di comunicatore, un gruppo affiatato che possa affrontare il prossimo campionato di under 17 maschile.

Queste le dichiarazioni del tecnico: “….Ad essere sincero mi dispiace lasciare il volley femminile, che ho seguito per tanti anni e che ho sempre apprezzato molto perché più orientato al gioco tattico che alla potenza. A Bracciano, anni fa, allenai una 1^ divisione maschile che non salì in serie D a causa di due grossi infortuni, occorsi al forte opposto mancino ed al primo martello, a pochi giorni dai play-off. Fu comunque una bella esperienza, anche se scelsi di non ripeterla al momento. Ora invece mi intriga il pensiero di lavorare con i maschietti, seguire con loro l’evoluzione fisica ed indirizzarla a vantaggio della tecnica e della tattica che insegnerò loro. Avrò anch’io molto da cambiare nella mia metodologia di allenamento e già sto correndo ai ripari. La società mi ha proposto per questo incarico ed io metterò tutto me stesso per assicurarle giovani atleti pronti al salto di qualità che si aspetta! Mi rimane il grande rammarico di lasciare il mio fidato ed insostituibile dirigente accompagnatore Mauro Di Giulio e…non ricevere più sms coi cuoricini dalle mie atlete…”