Roma – Cultura, Marino: “Bene l’incontro con google art, servizi gratuiti per valorizzare Roma.”

“E’ il più grande progetto di Google Art nel mondo e riguarda proprio Roma. L’attenzione manifestata per la nostra città, il fatto che le operazioni di digitalizzazione dei nostri beni archeologici meno conosciuti, e talvolta addirittura mai visti, siano fatte assumendone tutti i costi, testimoniano il nostro prestigio e l’amore che Roma gode nel mondo. Oltre alla digitalizzazione, questa grande società costola di Google si è impegnata a fare anche un grande tour dall’alto del Campidoglio e un vero e proprio viaggio virtuale nei luoghi più belli dalla città visibile con i cardboard, una sorta di occhiali da applicare allo smartphone per vedere a 360 gradi, muovendosi all’interno di luoghi lontani”. Lo racconta il sindaco di Roma Ignazio Marino che oggi ha incontrato a Londra i vertici di Google Art.

“Si tratta – aggiunge il sindaco – di strumenti tecnologici avanzati, capaci di far conoscere meglio Roma e di aiutare anche chi è a migliaia di chilometri di distanza a prendere confidenza con le nostre bellezze. Pensate a quanti ragazzi, in ogni parte del mondo, capiranno cosa sono i nostri beni archeologi e culturali e saranno spinti a visitare, con maggiore consapevolezza, la nostra città” .

Ma ecco più nel dettaglio i progetti che Google Art si è impegnata a realizzare a proprie spese.

Progetto dell’archivio di Roma: digitalizzazione e creazione del catalogo online in alta definizione di tutti gli oggetti ancora conservati nelle casse. Si tratta di una grande quantità di reperti ritrovati durante gli scavi otto-novecenteschi per la realizzazione dei nuovi quartieri di Roma capitale d’Italia, conservati inizialmente all’Antiquarium e dopo i danni che ne provocarono la chiusura, trasferiti in oltre mille casse nel Museo della civiltà romana. Seicentosessanta di queste casse non sono ancora state aperte e contengono 78.500 reperti.

Virtual Reality Expedition in Rome. Uno o due luoghi tra i più belli della Capitale saranno visibili indossando dei google cardboard. Si possono fare così dei tour virtuali. Google Art l’ha già fatto con la reggia di Versailles: il tour è stato organizzato distribuendo 2 milioni di cardboard ai bambini delle scuole elementari in America. Questo consente sia a turisti a Roma, che a persone che vivono in altri paesi, di avere una vivida esperienza.

Areal Picture Project. Si tratta di video girati con flying cameras su droni, anche all’interno del Campidoglio o in altri luoghi dell’area archeologica.

loading...
Informazioni su Emanuele Bompadre 9594 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.