7 dicembre 2016

Roma – Chiedeva l’elemosina utilizzando dei cuccioli, arrestato un nomade

SAMSUNG CAMERA PICTURES

Chiedeva l’elemosina al centro di Roma “usando” un cucciolo di cane meticcio per impietosire i passanti. Tenuto legato ad un corto guinzaglio, il cane – di circa 2 mesi – era visibilmente sofferente, in quanto senz’acqua nè cibo.

Sono stati gli agenti della Polizia di Stato ad intervenire interrompendo le azioni della donna; 56enne nomade, era già conosciuta alle Forze di Polizia per precedenti, essendo stata in passato già sorpresa in simili circostanze. Ieri nuovamente i poliziotti del Commissariato Trevi Campo Marzio sono intervenuti portando la donna negli uffici di Polizia. M.A., queste le sue iniziali, è stata denunciata per il reato di maltrattamento di animali, mentre il cucciolo verrà affidato ad una struttura comunale.

A seguito di immediati accertamenti gli investigatori hanno sequestrato inoltre al marito della donna – ai sensi del regolamento comunale sulla tutela degli animali – altri 12 cuccioli, sui quali sono in corso verifiche in merito alla loro provenienza.