8 dicembre 2016

Ladispoli – “Tutti insieme per salvare Torre Flavia”, parte la campagna di sensibilizzazione

 

Parte la campagna di sensibilizzazione per il recupero e la valorizzazione di Torre Flavia, il monumento simbolo di Ladispoli. Primo passaggio voluto dall’amministrazione comunale è stata la nomina di un esperto del settore marketing e comunicazione per avviare una campagna di informazione e sensibilizzazione nei confronti di residenti e turisti sul valore storico ed archeologico del monumento che si staglia davanti alla costa di Ladispoli sin dal Medioevo. Pochi sanno che Torre Flavia era una delle 61 torri costiere volute dallo Stato Pontificio come punti di avvistamento di eventuali sbarchi di forze nemiche. Edifici che difendevano tutta la costa centrale tirrenica.

“La campagna informativa – dice Mena Torre, esperta di marketing e comunicazione istituzionale – si chiama “Insieme per Torre Flavia, difendiamo chi ci ha difeso”, sintetizzando lo stretto legame che da secoli unisce questa struttura al territorio di Ladispoli e Cerveteri. L’amministrazione comunale si è posta alcuni obiettivi prioritari, ad iniziare da un piano di marketing moderno ed efficace che permetta di far conoscere all’opinione pubblica la storia e l’importanza di Torre Flavia. Ci sono ancora persone che non conoscono le origini del simbolo della loro città. Da settembre entreremo anche nelle scuole per avvicinare le nuove generazioni a questo progetto. Torre Flavia è un patrimonio di memoria storica che ci hanno lasciato i nostri nonni, è dovere di tutti affidarlo ai nostri figli come un’eredità da custodire e valorizzare. Secondo obiettivo sarà avviare una campagna di raccolta fondi per la messa in sicurezza di Torre Flavia che, come tutti possono vedere, rischia seriamente di crollare. Servono interventi costosi ed immediati, ma non ci limiteremo ad un semplice colletta, bensì organizzeremo una serie di eventi culturali, ludici e sportivi durante la stagione estiva. Vogliamo che tutti, anche con un piccolo contributo, si sentano parte attiva di questo progetto, Torre Flavia è un bene comune che appartiene non solo a Ladispoli ma all’intera collettività.

L’amministrazione intende coinvolgere residenti e villeggianti nel progetto di recupero di Torre Flavia ma è ovvio che servano anche fondi da parte delle autorità competenti. Già da tempo il comune di Ladispoli si è attivato presentando progetti di riqualificazione, partecipando a bandi regionali ed europei. Ci rivolgeremo anche all’imprenditoria privata, un progetto così importante ed oneroso avrebbe bisogno di sponsor e sostenitori. Ovviamente ci appelliamo alla stampa affinchè possa adeguatamente divulgare questa iniziativa che forse rappresenta l’ultimo appello per salvare Torre Flavia. Vogliamo che il pensiero per simbolo di Ladispoli entri in tutte le case, che i cittadini siano parte integrante di questa iniziativa e siano orgogliosi di avere da secoli una struttura che ci ha protetto e regalato sicurezza. Ora spetta a noi rimboccarci le maniche e difendere Torre Flavia. Colgo l’occasione per ringraziare la delegata alla valorizzazione dei beni archeologici, Elisa Pennacchia, che insieme a me si sta prodigando per la riuscita di questa iniziativa”.

Il progetto porta la firma dell’architetto Enza Evangelista.

About Emanuele Bompadre 8266 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.