3 dicembre 2016

Carrera Cup Italia 2015: Ledogar vince a Monza, ma c’è un appello

Côme Ledogar (Tsunami RT) ha vinto Gara 2 a Monza nell’appuntamento di apertura della Carrera Cup Italia. Il pilota francese sotto alla bandiera a scacchi è arrivato al secondo posto dietro a Riccardo Agostini (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova), ma il collegio dei commissari sportivi ha deciso di penalizzare il veneto di 1” per un taglio di chicane. Il provvedimento, quindi, ha riproposto l’inversione della graduatoria che si era già vista sabato, ma con ruoli rovesciati. Se lo Tsunami RT questa mattina ha rinunciato a presentare il ricorso, l’Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova ha preannunciato un appello che pone sub judice la graduatoria con la quale il Campione della Carrera Cup France ha ottenuto il successo a tavolino.

Al di là degli aspetti regolamentari, nel fine settimana monzese si sono sfidati in pista due giovani di talento che hanno dato spettacolo alla guida delle rispettive 911 GT3 Cup. Partiti dalla terza fila per l’inversione della griglia dei primi sei in Gara 2, i due contendenti non hanno impiegato molto a portarsi in testa alla corsa per riproporre il testa a testa del giorno prima, ma a ruoli invertiti. Se il pilota di Annecy ha firmato la prima pole position sabato, Riccardo ha colto i giri più veloci nelle due gare, rivelando una sostanziale parità con un passo insostenibile per tutti gli altri.

I due piloti dello Scholarship Programme, il piano di formazione degli otto Under 26 promosso da Porsche Italia, hanno già fatto il largo in classifica Assoluta: Côme Ledogar e Riccardo Agostini si dividono la testa del Campionato con 32 punti. Il transalpino, Campione in carica della Carrera Cup France, al successo di oggi somma i due punti della pole position, mentre Riccardo Agostini può far valere i giri più veloci nelle due gare. A riprova del grande equilibrio che caratterizza la sfida fra questi giovani talenti.

Il podio domenicale è stato completato dalla bella impresa di Enrico Fulgenzi (Heaven Motorsport – Centro Porsche Latina). Il marchigiano è partito in ultima fila a causa del ritiro di sabato e si è reso protagonista di una rimonta entusiasmante fatta di sorpassi spettacolari. Il Campione della Carrera Cup Italia 2013 è riuscito ad avere ragione nel finale di Mattia Drudi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) costretto a ridurre il passo dopo aver spiattellato una gomma sul liquido lasciato da Stefano Colombo (LEM Racing – Centri Porsche di Milano) che aveva trovato un detrito in pista nel corso del nono giro e che gli aveva forato il radiatore dell’acqua e una gomma. Nella bagarre è mancato Gian Luca Giraudi (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Torino) uscito di scena nel primo giro dopo un traversone in frenata alla staccata della Roggia.

Il quinto posto assoluto è andato ad Alberto De Amicis, che era scattato in prima fila per l’inversione della griglia dei primi sei: il pilota dell’Ebimotors – Centro Porsche Verona, ha vinto la classifica della Michelin Cup, riservata ai gentleman driver. Poteva aspirare ad un piazzamento anche migliore, ma si è trovato a fare i conti con l’ostico Olexsandr Gaidai (Tsunami RT) che ha cercato di tenere il passo del gruppo nonostante avesse rotto lo splitter anteriore. L’ucraino si è visto cancellare il giro più veloce perché conseguito in uno dei ripetuti tagli di chicane.

Positiva la sesta piazza di Da Sheng Zhang (LEM Racing – Centri Porsche di Milano): il cinese, che arriva dalla Carrera Cup Asia, non è stato veloce alla ripartenza dalla safety car entrata in pista per l’escursione di Hans-Peter Koller (TAM Racing) alla Variante Ascari. Peccato, perché ha dimostrato delle buone doti velocistiche, ma difetta ancora di esperienza.

In Michelin Cup Alberto De Amicis (Ebimotors – Centro Porsche Verona) torna a casa con una doppietta nella classifica riservata ai gentleman driver: alle spalle del pilota di Enrico Borghi è rispuntato Niccolò Mercatali (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Mantova) capace di un altro secondo posto dopo quello della gara del debutto di sabato. Bella la rimonta di Angelo Proietti (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova) dall’ultima fila: il romano ha sfiorato la top ten centrando il terzo gradino del podio di classe dopo una dura battaglia con Alex De Giacomi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) che era già entrato in contatto con Andrea Fontana (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma). Il romano ha preceduto Sergio Negroni (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova) e Pietro Negra (Ebimotors – Centro Porsche Como): l’emiliano è finito nelle retrovie dopo un testacoda in frenata alla Prima Variante.
Il prossimo appuntamento sarà in programma a Imola il 27 e 28 giugno. Gli appassionati che vorranno rivivere gli emozionanti Round 1 e 2 potranno gustarsi il video on demand su YouTube accedendo a Porsche Carrera Cup Italia Channel. Gli highlights della gara si potranno vedere con l’applicazione i-Pad di Autosprint e sul sito di Eurosport, mentre per analisi, commenti e retroscena collegatevi al Pit Live su www.omnicorse.it. Su Twitter l’account è @CarreraCupItaly e l’hashtag per seguirci è #venividivici.

La classifica di Gara 2: 1. Côme Ledogar (Tsunami RT) 15 giri in 31’08”180 alla media di 167,407 km/h; 2. Riccardo Agostini (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova) a 0“357; 3. Enrico Fulgenzi (Heaven Motorsport – Centro Porsche Latina) a 4”345; 4. Mattia Drudi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna)
a 4“757; 5. Alberto De Amicis (Ebimotors – Centro Porsche Verona) a
4“947; 6. Da Sheng Zhang (LEM Racing – Centri Porsche di Milano) a 7”252; 7. Oleksandr Gaidai (Tsunami RT)
a 7”319; 8. Aku Pellinen (LEM Racing – Centri Porsche di Milano) a 8”256; 9. Niccolò Mercatali (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Mantova) a 9”689; 10. Andrea Fontana (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma) a 11”579; 11. Angelo Proietti (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova) a 18”198; 12. Sergio Negroni (Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova) a 19”581; 13. Pietro Negra (Ebimotors – Centro Porsche Como) a 20”864; 14. Alex De Giacomi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) a 24”812; 15. Walter Ben (LEM Racing) a 28”175; 16. Hans-Peter Koller (TAM-Racing) a 5 giri.

Giro più veloce: il 7. di Agostini in 1’52”631 alla media di 185,160 km/h.

Le classifiche

Assoluta: 1. Ledogar e Agostini punti 32; 3. Giraudi e De Amicis 12; 5. Fontana 10; 6. Gaidai e Fulgenzi 8; 8. Drudi 6; 9. Colombo e Pellinen 4; 11. Zhang 3; 12. Kasai 2; 13. Mercatali 1.

Michelin Cup: 1. De Amicis punti 20; 2. Mercatali 12; 3. De Giacomi e Negroni 5; 5. Proietti 4; 6. Cassarà e Negra 3.

Team: 1. Tsunami RT e Antonelli Motorsport – Centro Porsche Padova 30; 3. Antonelli Motorsport – Centro Porsche Torino e Ebimotors – Centri Porsche Como e Verona 12; 5. Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma 10; 6. Heaven Motorsport – Centro Porsche Latina 8; 7. LEM Racing – Centri Porsche di Milano e Dinamic Motorsport – Centri Porsche Bologna, Mantova e Modena 7.

Le statistiche
Vittorie: Agostini e Ledogar 1
Pole Position: Ledogar 1
Giri più veloci: Agostini 2

About Emanuele Bompadre 8218 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.