9 dicembre 2016

Mondiale Superbike – Portimao, Rea porta a quattro il numero di doppiette in stagione

Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) ha completato a Portimao un altro weekend da sogno grazie alla quarta doppietta stagionale, al termine di una gara 2 dominata dal decimo giro in avanti, quando ha preso il comando ai danni di Davide Giugliano alla curva 1. Per il pilota nordirlandese si del decimo successo quest’anno su quattordici gare disputate, che lo rende sempre più dominatore della classifica visti i 124 punti di vantaggio sul compagno di squadra Tom Sykes.

I numeri per il nordirladese parlano chiaro: Rea è al terzo posto assoluto per numero di podi consecutivi, in settima posizione per il numero complessivo di vittorie nella competizione (25), diventando l’unico pilota ad aver vinto tre volte all’Autodromo Internacional do Algarve in Portimao

Dopo aver lottato per il successo nella prima metà Sykes ha vistosamente rallentato nella parte finale della corsa, dovendo lasciare strada prima a Davide Giugliano (Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team) e Leon Haslam (Aprilia Racing Team – Red Devils), rispettivamente secondo e terzo al traguardo. Il pilota romano è apparso molto in forma ed aggressivo, riuscendo a comandare la corsa per più di qualche giro.

Il crollo verticale delle performance di Sykes ha significato la perdita di ulteriori posizioni prima della bandiera a scacchi per l’iridato 2013, il quale ha tagliato il traguardo in ottava posizione anche dietro al duo Pata Honda di Michael van der Mark e Sylvain Guintoli nonché allo spangolo Jordi Torres (Aprilia Racing Team – Red Devils), settimo.

Chiudono la top 10 il già citato Sykes, Leandro Mercado (Barni Racing Ducati) e Matteo Baiocco (Althea Racing Ducati), con Roman Ramos (Team Go Eleven) autore di un’ottima prova che lo ha visto undicesimo sul traguardo. Giornata terribile per Leon Camier (MV Agusta Reparto Corse), nuovamente costretto al ritiro er problemi tecnici.

Fonte: worldsbk.com

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5987 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.