8 dicembre 2016

5° Memorial Giovanni Battistelli

Tre giornate intense, 180 piloti, un programma fitto di impegni, con verifiche, quattro salite di prova il sabato, tre salite di gara la domenica. L’Automobile Club Macerata, l’Associazione Sportiva dell’AC, il Comune di Sarnano, Sarnano In Pista, hanno contribuito a risolvere tutte le problematiche. Peccato solo per un paio d’ore di maltempo che ha finito per condizionare la gara dell’italiano autostoriche. Nei tre giorni tutto è stato doppio, anche le premiazioni finali con i diversi speaker che si sono divisi il microfono tra moderne e storiche. Oltre alle solite premiazioni, molti i riconoscimenti speciali ad iniziare dal Memorial Battistelli andato al miglior marchigiano, l’ascolano Andrea Vellei. RemaTarlazzi, Galileo Orologi e Leonardo Argenti hanno permesso di premiare anche Rachele Somaschini (pilota donna più giovane), En.Ro. Competition (scuderia più numerosa), Sarnano Corse (scuderia di casa) e tra le storiche Simone Di Fulvio (pilota più giovane al traguardo), Anna Brenciaglia (miglior pilota donna), Team Italia (scuderia più numerosa). Belle le strorie intrecciate nel paddock, come il ruolo di testimonial per la fibrosi cistica di Rachele Somaschini, letteralmente adottata dalla comunità sarnanese per quasi una settimana, o l’entusiasmo del calabrese Aldo Pezzullo orgoglioso di debuttare in gara con la Lola “proprio dove è cresciuta”, appartenuta al compianto Emilio Giammiro alias Sassa Roll-Bar. Stessa presenza di valore “revival” quella di Rino Tinella che ha rilevato la Skoda Octavia Wagon con la quale aggredirono i tornanti Fabio Danti, Oronzo Pezzolla e Denny Zardo. Lo stesso Pezzolla, presente in veste di osservatore, ha gradito particolarmente rivedere l’insolita vettura al via.

Queste le considerazioni del presidente dell’AC Macerata Enrico Ruffini: “Avendo fatto la scelta, unica in Italia, di effettuare due gare nello stesso fine settimana, avevo una notevole tensione per paura di sbagliare. In realtà questa scelta è stata premiata sia dai piloti (nessun parere negativo, in molti hanno detto che non ci si accorgeva che le gare erano due) sia dal pubblico. Mai vista tanta gente sul tracciato come domenica scorsa. Una grande fatica, una grande passione ripagate da un fine settimana indimenticabile. Adesso subito al lavoro per il prossimo anno.”

Lo staff organizzatore del Trofeo Scarfiotti ringrazia i partner Nuova Simonelli, Assicurazioni Battistelli & Assistudio, Nissan-F.lli Cimini, Comet-RemaTarlazzi, Coal Supermercati, Fisiosport, Galileo Orologi, Italiana Assicurazioni, Laminox Idro, Nino Café, Pigini Group, Rotopress, Sara Assicurazioni, Tecnostampa.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.